1

Benvenuti nel blog collettivo creato da Ambra

mercoledì 18 dicembre 2013

Buone Feste a tutti noi!

Foto di Stefano Davanzo
Buon Natale e Buon Anno da Ambra

Miei cari, vi lascio per qualche tempo.
Il tempo delle Feste, che devo dedicare alla famiglia.
Ma vi lascio con i pacchettini regalo di Stefano che, se pure non si possono aprire, sono bellissimi a vedersi e mettono allegria.
Auguri a tutti e a ritrovarci ancora una volta ai primi del 2014!

giovedì 12 dicembre 2013

L'insostenibile leggerezza della versatilità
Cap. 7 da "Il Precario Mannaro"

courtesy
Post di Cristina
Forza mokina! Oggi andiamo a fare la revisione! Bruum! Il rumore della marmitta bucata echeggia nel parcheggio sotto casa. “Alura basta! Fai riparare quel bidun lì” mi urla dal 4° piano la donna-bigodino nel suo idioma nordico.

giovedì 5 dicembre 2013

L'uomo che piantava gli alberi

Post di Ambra
Tempo addietro, girando per la blogosfera  ho letto su PAUSA CAFFE’ un post pubblicato da Galatea, il cui titolo già mi aveva attirato. Ho trovato incantevole il video che segue, poetico e suggestivo, fatto di animazioni e immagini delicate che riportano al tempo delle fiabe.
Scrive Galatea:
"L’uomo che piantava gli alberi, conosciuto anche come La storia di Elzéard Bouffier è un racconto allegorico di Jean Giono, pubblicato nel 1953. Un piccolo libro, appena cinquanta pagine, scritte anche con un carattere bello grosso, pieno di figure come i libri per bambini, basta un’ora per leggerlo, eppure queste poche pagine racchiudono una favola per adulti ricca di coraggio, rispetto, stupore, l’amore per la natura, la terra e il mondo, troviamo la semplicità di un piccolo gesto, la delicatezza di un acquarello, la potenza di una grande avventura."

sabato 30 novembre 2013

Racconto di Natale

courtesy
Post di Giovanni
La notte di Natale, che induce all’intimità familiare, ha sempre qualcosa di fiabesco per i bimbi. Siamo vicini all’albero allestito da me e mia moglie che ha cercato di ritagliarsi una mezzoretta dalla vivacità di Gianna e Lucio.

sabato 23 novembre 2013

Sculture verdi

Che l'uomo sapesse plasmare la materia e trasferirvi la sua anima già lo sapevo. Ho visto blocchi di marmo divenire statua, cattedrale, castello, l'acciaio divenire spada affilata,  tronchi di legno divenire cottage, ma non conoscevo l'arte di plasmare la natura al punto da creare sculture verdi dai mille volti espressivi, in pose perfette.
Sono veri e propri capolavori sorti dalla fantasia e dalla creatività dell'uomo, installazioni presenti in diversi Paesi ed esposte a Montréal, dove si tiene una mostra internazionale di queste opere una volta l’anno, da Maggio a Settembre.

domenica 17 novembre 2013

Piccoli, utili, semplici consigli

Robert Thom, Ippocrate nel visitare un bambino
Post di Anna T.
E’ uno dei più diffusi malanni di stagione, tra i più antichi del mondo. Parliamo dell’influenza, i cui primi sintomi furono descritti da Ippocrate circa 2400 anni fa. Il nome deriva da una  vecchia concezione astrologica, secondo la quale la malattia era causata appunto dall’influenza degli astri. La più famosa e letale pandemia fu la cosiddetta “spagnola” che tra il 1918 e il 1919 uccise un numero enorme di persone, calcolate tra i 40 e i 50 milioni.

lunedì 11 novembre 2013

MILANO, CITTA' SEGRETA

Post di Ambra

Basilica di Sant'Eustorgio
 “Ci sono città di evidente bellezza che si danno a tutti,
e altre segrete, che amano essere scoperte”
Carlo Castellaneta, Nostalgia di Milano

All'insegna di questa citazione, siamo andati, prima di mattino e poi di pomeriggio a scoprire la città del nostro ottavo incontro.
Chi lo dice che a Milano tutti corrono incessantemente e nessuno si dedica ad oziose e divertenti passeggiate?
E' invece proprio quello in cui si è cimentata una buona parte dei blogger convenuti a Milano per un incontro fatto di nuove conoscenze, simpatia, allegria e scambi di affetto e buonumore.

martedì 5 novembre 2013

"Schola magistra vitae".
(Psicopedagogia, bullismo, lotta di classe di altri tempi)

Mantegna, Camera degli Sposi,
Principino Gonzaga, Mantova.
Post di Doc
Così stava scritto su di una funerea lapide marmorea posta all’ingresso dell’edificio scolastico.
Il primo giorno, alla scuola ci arrivai seguendo di piccolo trotto ed affannato, il mio fratello maggiore, che su di una sgarruppata bici da donna, aveva avuto dai miei genitori, la noiosa incombenza di sostituirli nel rito iniziatico al mio sapere. La scuola era situata nel centro storico della mia città, Mantova, massacrato dai bombardamenti di dieci anni prima, perché vicino alla ferrovia.  Era intitolata al filosofo aristotelico del 400’ Pietro Pomponazzo. Nella grulleria tipica di quell’età il nome del Pomponazzo mi  sembrava inappropriato per un filosofo, che in seguito scoprii, trattava spesso dell’immortalità dell’anima.

mercoledì 30 ottobre 2013

Nepal, il viaggio continua

Donne nepalesi
Post di Fabrizio
Bhaktapur
Procedendo nel mio viaggio nella valle a circa un centinaio di chilometri da Kathmandu c’è la bellissima cittadina di Bakthapur splendido esempio di agglomerato rurale che i Nepalesi chiamano ancora “città dei devoti” per le sue grandi piazze piene di templi che sono i migliori esempi di architettura religiosa Newari.

mercoledì 23 ottobre 2013

LA FATTORIA
Cap. 6 da "Il Precario Mannaro"

La Squadra degli Animali
Post di Cristina
Eccomi sul balconcino a cogliere le foglie di basilico migliori per fare il pesto, ci sono foglie così grandi che sembrano i panni stesi o’ sole sui balconi di Napoli!

giovedì 17 ottobre 2013

I frutti del carcere

Post di Anna T.
Dalle mura di un carcere alle bancarelle di un mercato aperto in un grande cortile  del centro di Milano: un percorso non facile per far conoscere ai cittadini che cosa vuol dire lavorare nelle carceri  e uscire dal carcere per lavorare. L’iniziativa,  realizzata grazie all’impegno di Cittadini Solari X Milano e Comitati X Milano  negli spazi forniti  da  La Cordata,   intitolata appunto “I frutti del carcere” si è svolta  in un bel sabato di inizio autunno. In mostra, e in vendita, il mercato offriva quanto prodotto con il lavoro di detenuti, organizzati e coordinati da una ventina di cooperative sociali dai nomi talvolta suggestivi e significativi, quali Trasgressione o Si salvi chi vuole.
Tra  gli oggetti di artigianato e i cibi  esposti,  c’erano ad esempio articoli di legatoria, quali  agende e scatole, prodotti - nell’ambito di un progetto sostenuto da Ghe Pel Ling, Istituto studi di buddhismo tibetano - dai detenuti del carcere di San Vittore. C’erano anche  borse fatte nel carcere di Opera vendute in uno stand dal nome ironico Borseggi,  e poi bigiotteria, pane, pizze e focacce, dolci e cioccolato, frutta e verdura, salumi e formaggi.

sabato 12 ottobre 2013

SOTTO IL SEGNO DEL BISCIONE
8° Incontro Blogger

Post di Ambra
Tu che vieni da altri lidi, quando vedi il Biscione, passato da stemma  dei Visconti a stemma di Milano, sei arrivato nell'androne della Stazione Centrale, giusto in tempo per il nostro incontro.


Puoi scegliere l'itinerario o gli itinerari che preferisci.

lunedì 7 ottobre 2013

Nepal, ottava meraviglia del mondo

Nepal, Kathmandu
Post di Fabrizio
Da mesi volevo scrivere alcune mie impressioni di un piacevole e sereno soggiorno in Nepal. Ambra mi ha giustamente redarguito per non averlo ancora fatto e quindi finalmente eccomi qui. Spero che quanto scrivo non sia il solito raccontino di come sono andate le vacanze anzi, la parola vacanza è uscita dal mio vocabolario per sostituirla con soggiorni. Soggiorno, questa definizione mi piace di più perché quando decido di visitare o ritornare in un  paese lo faccio perché penso che lì sarò sereno.

martedì 1 ottobre 2013

Il Piave mormorò


Post di Giovanni
Alcuni giornali e qualche distratta rubrica televisiva ha cominciato ad accennare all’approssimarsi dei 100 anni della prima guerra mondiale.

mercoledì 25 settembre 2013

Viva l'anarchia (Renato P., ciclista anarchico)

SKYLINE DI MANTOVA DAL LAGO INFERIORE
(immagine ripresa da "Mantova nel cuore" di A.Giovannini, Pubblicazione Verona, Linea quattro edizioni, 2006)
Post di Doc
L’estate va sfumando e sulle Dolomiti imperversano nubi basse e acqua a catinelle. Non è tempo per camminate o infruttuosi giri alla ricerca di porcini. Varrebbe forse la pena di accendere il camino. La pigrizia prende il sopravvento. Lascio perdere. Rai Movie mi fa comparire il viso di Cucciolla ed in rapida successione quello di Gian Maria Volontè. E’ fatta! Rivedo dopo quarant’anni “Sacco e Vanzetti” e mi commuovo ancora sulle note della ballata di Joan Baez. Mi commuovo anche sulla chiusura del film, quando Volontè-Vanzetti con asciutta espressione prima di accomodarsi sulla sedia elettrica dichiara ”viva l’anarchia”.

venerdì 20 settembre 2013

MILANO D'AUTUNNO, UN MUST!!

Dentro le guglie del Duomo a Milano - Foto Javiera
Già! Milano è diventata una tradizione nella tradizione.
Noi blogger, intendo quelli della nostra comunità, ci incontriamo tra noi una volta all’anno in Primavera in una città ogni volta diversa, mentre in Autunno è diventato “d’obbligo” che la scelta cada su Milano.

lunedì 16 settembre 2013

Gino Bartali, mio papà

immagine dal web
Post di Cristina
Ho avuto la fortuna di imbattermi in un mercatino dell'usato in questo libro.
E' la biografia del grande campione del ciclismo Gino Bartali. Non è però il classico libro su un grande sportivo; è un libro, a mio avviso, un po' di nicchia in quanto scritto col cuore da suo figlio Andrea. Non credo abbia avuto una tiratura eccezionale dato che ho trovato anche alcuni refusi.
Gino Bartali, un uomo pieno di umanità, grinta e determinazione e poi un grande campione.
Ho trovato diversi spunti interessanti in questo libro che mi hanno dato in certi momenti di difficoltà la dose di energia necessaria per guardare avanti e non arrendersi proprio come questo grande campione che, malgrado tutti lo definissero "il vecchio", ha continuato a correre e vincere fino all'età di 39 anni.
Cristina

Gino Bartali, mio papà
di Andrea Bartali
ed Limina

martedì 10 settembre 2013

Sapessi com'è strano tornare dalle ferie a Milano

courtesy colorado50 -  Tutti i diritti riservati
Post di Anna T.
So che la mia è una voce fuori dal coro, ma a me il rientro dalle vacanze estive piace molto. La città in cui vivo, Milano, mostra il meglio di sé: il clima è dolce, con temperatura ideale, insomma si sta proprio bene, senza gli spifferi micidiali dell’aria condizionata né l’inquinamento e il caldo spesso eccessivo prodotti dal riscaldamento dei mesi invernali.

mercoledì 4 settembre 2013

Soggiorno in villa

"Alla villa di Poggio Piano", Silvestro Lega, 1826-1895
Post di Liz
Sono tornata! Quest’anno  niente vacanze …..  Quest’anno ….. VILLEGGIATURA !
Come una volta, come un tempo, nella casa di famiglia un po’ trascurata ma col sapore di origini, di inizio, di storia di me prima di nascere … la casa dei nonni dove posso immaginare l’infanzia di mio papà, i suoi giochi, i suoi studi, il suo tedio nelle giornate di pioggia.

venerdì 30 agosto 2013

Mete contrastanti

immagine dal web
Post di Cristina
Sto partendo, esco di casa alle 6 del mattino di corsa per andare a prendere il treno; sono diretta ad Ischia e poi a Napoli dai miei cugini ... alcuni di loro non li vedo da quasi 10 anni e sono molto emozionata!

Nel corso del mio tragitto noto ad ogni angolo di strada ragazzi africani con lo zainetto sulle spalle che attendono di essere caricati per andare a lavorare chissà dove ... mi si stringe il cuore, mi rendo conto più che mai di quanto sono fortunata.

martedì 9 luglio 2013

Buone Vacanze 2013

courtesy

L'estate è ormai arrivata, un'estate da paese tropicale sembrerebbe.
Ma sicuramente meglio che il freddo e la pioggia della scorsa primavera.
Tempo di vacanze ora.
Lascio i miei saluti e un grande
Buone Vacanze
a tutti e se mi riesce passerò da ognuno di voi, tra poco, prima di partire.
Ambra


martedì 2 luglio 2013

Auto-ironia

courtesy
Post di Cristina

Sono iscritta ad un noto social network. Mi piace, lo trovo divertente e grazie ad esso ho ristabilito contatti con ex compagni di scuola e professori.

mercoledì 26 giugno 2013

L'Omphalos

La Casetta Verde
Post di Anna T.

Una casetta verde, seminascosta da alberi, fiori e frutti, è stata per un giorno, domenica 23 giugno, l’ombelico del mondo, il mitico omphalos dei greci. Se non proprio del mondo, la casetta e il giardino che la circonda sono stati centro di un quartiere, il Giambellino, sud ovest di Milano.

domenica 9 giugno 2013

Dissonanze


Post di Ambra

Ci avviamo verso la periferia della città per raggiungere gli amici nella loro casa di campagna a 900 metri sulla Cordigliera. Lungo la via ci fermiamo ad una esposizione di orchidee che si trovano ovunque in Colombia.

Una terra dove gli estremi convivono, fianco a fianco.

lunedì 3 giugno 2013

INCONTRI SPINOSI
Cap. 5 da "Il Precario Mannaro"

Post di Cristina
Cactus Diavulillo
Eccomi sul balconcino ad annaffiare le mie adorate piantine: ò basilico, ò rosmarino e l’erba salvia...che pensavate che perdessi tempo con banali campanelline rosa e margheritine? Anzi ecco qui la mia preferita si chiama Diavulillo, un cactus lungo lungo con delle spine così aguzze che potrebbero sgonfiare il Gabibbo!
Mi affascinano i cactus le definisco piante indipendenti: non bevono, non muoiono….pungono e basta!
E adesso che succede? Mi sta venendo l’orticaria alla chiappa sinistra! Diavulillo ma che fai arpioni la tua amichetta precaria?!
Anche se a dire il vero più che un prurito sembra più un movimento continuo a varie intensità, tipo quello delle cinture dimagranti che ti propinano a mezzanotte le televendite sui canali televisivi sconosciuti! Ma no, ci sono, è la vibrazione del mio cellulare! “Pronto?”


lunedì 27 maggio 2013

L'agguato

Amanti by Manuela Ferrando
Post di Doc

Può esser molto malinconico transitare, di lunedì sera, per corso Vittorio Emanuele. Questo strano maggio amplifica lo spaesamento dei  radi turisti, intenti a compulsare i loro iphones in cerca di notizie e dritte toponomastiche. Me ne ritorno, biciclettando  pigramente, da un concerto del Conservatorio.
La  pipa segmenta in volute di fumo la mia oziosa pedalata, ma si spegne con anomala frequenza. Non si può e non si dovrebbe fumare la pipa andando in bicicletta. Neppure in auto. Forse passeggiando.
La pipa è un oggetto-compagna di pensieri e di meditazione. E’ viva e pretende rapporto. Offesa, mi punisce spegnendosi di continuo.
All’altezza della piazzetta S.Carlo devo fermarmi per attizzarla.

lunedì 20 maggio 2013

Cavalli ricamati

Post di Ambra
Riprendo dal blog di Cri (http://solocri.blogspot.it/2012/12/cavalli-ricamati.html) un video e una ballata d'altri tempi, così belli da ridarmi ancora oggi le emozioni provate a suo tempo e mai dimenticate. Era il 1975 e Cavalli ricamati accompagnava i titoli di chiusura del "Marco Visconti" mandato in onda dalla Rai.

Cavalli ricamati sull’arazzo del passato,
passato che ritorna su un accordo in si minore;
leggende dove guerra è sempre sposa dell’amore,
amore che tu insegui e non raggiungi quasi mai...

mercoledì 15 maggio 2013

Rivedersi a Bari

Il post che segue è stato scritto in prima persona da Erikanostra anfitrione e blogger di Bari.
Noi - Sandra ed io - sue ospiti ne condividiamo il piacere e la gioia dell'incontro.


" Ed è arrivato anche il giorno del 6°incontro bloggers che si è tenuto  a Bari.

domenica 5 maggio 2013

Lungo le rive del lago

courtesy Così è la Luna
Post di Giovanni
Nel sonno leggero dell’alba incombente, rividi come uscisse dalla nebbia il volto di una donna incontrata molti anni fa…
Nel dormiveglia , allo stupore fece seguito la nitidezza di un ricordo obliato per tanto tempo. Poi capii. Da qualche cellula cerebrale, ove era annidata, era affiorato nel sonno una storia tanto affascinante forse perché vissuta fra sogno e realtà.

lunedì 29 aprile 2013

Cartagena de Indias, la perla dei Caraibi

Post di Ambra
Dall’aeroporto di Cali in Colombia decolliamo con direzione terminal d’arrivo, Cartagena de Indias, considerata una delle più belle città caraibiche, affacciata direttamente sul Mar dei Caraibi.

Appena atterrati raggiungiamo rapidamente con un taxi l’hotel, nella città vecchia che sembra essere rimasta ancorata, quanto a struttura architettonica, all’epoca coloniale.
Già lungo il tragitto mi entusiasmano le case coloratissime con balconi spesso straripanti di fiori.

lunedì 22 aprile 2013

... E quindi uscimmo a riveder le stelle. [*]

courtesy
Post di Cristina
Nei momenti duri guardo le stelle, loro mi rasserenano da sempre ...
ed ora che faccio? ... 
vi prego datemi la forza che stavolta da sola arranco.
Qui lontana dalla città il cielo è sempre un meraviglioso firmamento
Ed io col naso all'insù e l'occhio un po' lucido cerco una certezza.
Cristina

[*] Dante Alighieri, La Divina Commedia, Inferno, Canto XXXIV


mercoledì 17 aprile 2013

La Ciudad Blanca, Colombia

Popayàn, l'ingresso alla Iglesia de San Francisco
Post di Ambra
Alle 10 l'autista di Soffy viene a prenderci sotto casa. Carichiamo e si parte, destinazione Popayàn, la Città Bianca, così chiamata dalle facciate in gesso bianco smagliante delle case e dove ci fermeremo da mercoledì a sabato per la Semaña Santa.

sabato 13 aprile 2013

Piovono petali di magnolia

courtesy of Tatters:)
Post di Liz

Piovono petali di magnolia, piantata tra caseggiati grandi e grigi.
Si spargono sul marciapiede gocce rosa di natura incurante dei capricci umani ...
La benevola sfida ai muri e alle strade, gioca la Natura con la Città.
Sorridono i primi fiori dai giardinetti e dalle  aiuole, si fa largo l’orgoglio del verdeggiare dei Tigli, torna l’erba nei parchi punteggiata di giallo e viola.

giovedì 11 aprile 2013

Appuntamento a Bari. Vieni anche tu?



Ciao a tutti. Il nostro incontro blogger del 12 maggio a Bari si avvicina, ma siete ancora in tempo ad aderire, almeno fino al 20 aprile, data alla quale confermeremo le presenze al ristorante.
Il locale che Erika ha scelto per noi si chiama Terrranima e si trova in via Putignani 213/215 e questa è la proposta di menù:

lunedì 11 marzo 2013

Intervallo

Post di Ambra
immagine dal web
Lascio un saluto e un abbraccio a tutti. Parto. Mi troverete qui, nell'immagine della foto, una città che non è facile indovinare, ma neanche tanto difficile.
In aprile, verso la metà, sarò di ritorno, perché, nonostante brami qualcosa d'altro che non so, non potrei mai non tornare.
Ambra


giovedì 7 marzo 2013

Ricordo di un presagio

Post di Giovanni
L'ingresso alla miniera del  Resartico
Fra i ricordi della mia prima giovinezza hanno rilievo gli anni trascorsi in estate in Friuli alle pendici del monte Plauris dalle cui viscere si estraeva un minerale (scisto bituminoso) che una teleferica portava a valle, a Resiutta,  per essere distillato in un fabbricato ancora visibile, lungo il torrente Resia. Le miniere erano state per lungo tempo la prima fonte di reddito per gli abitanti.

sabato 2 marzo 2013

A LUCI SOFFUSE
Cap. 4 da "Il Precario Mannaro"

Post di Cristina
courtesy  kariu
Ore 9.30 del  mattino, ho già fatto la spesa. Ho aspettato fuori che aprisse il supermercato, il carrello pronto allo scatto, armata di lista e buste ecologiche.

mercoledì 27 febbraio 2013

Profumo di mare
6° INCONTRO BLOGGER

Il mare a Bari
Eccoci  amici blogger.
Qui le tre donzelle web: Ambra. Erika, Sandra. Vi ricordate di noi? 
Ci stiamo avvicinando al 6^  incontro blogger.
Pensavate di farla franca? Eh, no...

giovedì 21 febbraio 2013

MILANO PERDUTA


Post di Ambra
L'idea del post mi è nata da una mail inviatami da Liz e se l'ho raccolta non è tanto per nostalgia di un tempo e di un mondo ormai finiti, che non ho nemmeno conosciuto, quanto per la sensazione di un salto senza precedenti che in un secolo ha spazzato via cultura, ambienti, abitudini e personaggi.

sabato 16 febbraio 2013

ALTA TECNOLOGIA
Cap. 3 da "Il Precario Mannaro"

Età del Bronzo, Strumento per la caccia
Post di Cristina
Sono davanti al computer a leggere come al solito gli annunci di lavoro e a memorizzare sul cellulare i numeri telefonici delle varie agenzie interinali, quando mi squilla il cellulare: “FUNICULI’ FUNICULA’”
“Cristina Izzo buondì” dice una vocina da poppante in svezzamento “è l’Agevolavoro di Raschera, ha un minuto da dedicarci?”

lunedì 11 febbraio 2013

In un groviglio di crudeltà e dolore

Antico borgo Ariola in Val d'Ossola
Anna T. ha raccolto le testimonianze di  alcuni volontari Seneca e di alcuni assistiti dell’associazione, che hanno raccontato episodi salienti della loro vita. Qui lo stralcio del racconto di un volontario che desidera mantenere l’anonimato. 

Otto settembre 1943: dopo la firma dell’armistizio e la conseguente occupazione delle truppe nazifasciste io, che   avevo 17 anni e avevo appena finito il liceo, presi  la non facile decisione  di fare il partigiano. Scelsi la via della montagna, andai in val d’Ossola, dove combattei con i gradi di

giovedì 7 febbraio 2013

Il tempo tagliato di Silvia Longo

Post di Cristina
immagine dal web
Viola vive con Federico un matrimonio speciale, fino al momento in cui la morte improvvisa di lui arriva a stravolgere, a cambiare per sempre la  sua vita. Resta sola ad affrontare questa perdita,  la figlia ormai è lontana ed indipendente. Viola passa mesi sola in casa, esce il meno possibile, ed indossa quasi sempre gli stessi indumenti a rotazione.
Solitudine e ricordi, quindi, fino all’entrata in scena di un uomo, incontrato per caso a un concerto. L’incontro porta Viola a rimettersi in discussione, a combattere con il suo autocontrollo e ad affrontare un viaggio, difficile e intenso, verso una verità sconvolgente.
Cristina

domenica 3 febbraio 2013

Quartet

locandina dal web
Post di Anna T.
E’ davvero un inno alla vita  Quartet, debutto alla regia dell’attore americano settantacinquenne  Dustin Hoffman.  Inserito nel  filone  sempre più ricco di film che raccontano storie di anziani combattivi e vitali, Quartet si svolge in una elegante villa georgiana immersa in uno splendido parco inglese che ospita musicisti a riposo. Anche in un tempo in cui i riflettori sono spenti e gli applausi sono solo un ricordo, gli acciacchi non impediscono ripicche  e gelosie, rivalità e illusioni perché, come afferma uno dei protagonisti del film, anche in  età avanzata bisogna amare la vita come sempre, e non “morire prima di morire”.

mercoledì 30 gennaio 2013

Fra rabbia e nostalgia

immagine dal web
Post di Cristina
Tourè un ragazzo del Sudan arriva in iItalia con una valigia piena di ….sogni che verranno ben presto spazzati via.
Un libro scorrevole ma reale e crudo.
Tourè i primi tempi vive in una carcassa di un’auto parcheggiata da uno sfasciacarrozze, ma anche una carcassa di una automobile ha un costo . Sembrerà assurdo ma è davvero così. L’ingenuo Tourè fa ben presto i conti con l’ignoranza, l’indifferenza, il razzismo del prossimo. Un brutto giorno poi il cimitero delle auto prende fuoco per mano degli intolleranti abitanti del quartiere e lui dovrà cercarsi un’altra soluzione per dormire.

venerdì 25 gennaio 2013

Di dolci ricordi ...

Testo di Giovanni
courtesy
In una via centrale di Modena, proprio dinanzi alla chiesa di S. Biagio (ricca di storia) ed ad un tiro di schioppo dal teatro Storchi, esiste un negozio di pasticceria.

domenica 20 gennaio 2013

Il libro di Alice

immagine dal web
Post di Cristina

Qualcuno ha detto se non avete comprato libri quest’anno dovete almeno acquistare “Il libro di Alice”.
Alice è una bambina affetta da una grave malattia congenita che la costringe a vivere su una sedia a rotelle. Ha una forza d’animo senza eguali, così come anche la sua sensibilità e maturità. Personalmente la definirei “una fuori categoria”; ho apprezzato davvero moltissimo il suo modo di scrivere racconti, poesie ed in particolare la sua visione della vita.

lunedì 14 gennaio 2013

Che ne sarà del libro?

Post di Ambra
immagine dal web
Scriveva il Petrarca in una lettera a Giovanni dell'Incisa "Sono posseduto da una passione inesauribile che finora non ho potuto né voluto frenare […] non riesco a saziarmi di libri. Può darsi che io ne abbia già più del  necessario; ma succede con i libri quel che succede con le altre cose: il riuscire a ottenere quel che si cerca stimola ulteriormente l’avidità.

martedì 8 gennaio 2013

CRISTINA JONES
Cap. 2 da "Il Precario Mannaro"

Post di Cristina
immagine dal web
Eccomi intenta a suddividere i capi di abbigliamento, da una parte quelli casual e dall’altra quelli idonei per la mia nuova occupazione: cercarmi un lavoro!
….la camicia bianca ok, la gonna tre quarti  pure, la….DRIN DRIN

Iscriviti a Feed Burner