1

Benvenuti nel blog collettivo creato da Ambra

giovedì 2 ottobre 2008

Lettera di una nonna a sua nipote


Mia cara, mia dolcissima figlia, mia nipote. Sei la figlia di mia figlia, la tua pelle è levigata, i tuoi occhi di velluto e i capelli come l’ebano. Sei bella, sei la mia speranza.
Le tue radici affondano in me e il mio futuro affonda in te. Io ti guardo, mia piccola e ti parlo, ti racconto del passato, del tempo in cui la tua mamma era come te e come te voleva sapere, voleva conoscere le verità assolute, voleva le risposte che non ci sono, ai perché di una bimba. Ti consegno i miei ricordi, mia cara, perché vivano in te e non si spengano mai.
Nei racconti che io ti trasmetto c’è la storia della tua famiglia, c’è un filo conduttore che dalle generazioni di un tempo lontano passa attraverso la mia anima, attraverso quella della tua mamma e arriva fino a te. Nell’infinito ripetersi delle generazioni, in un momento qualunque tra passato e futuro, c’è una piccola isola del tempo dove hanno abitato i tuoi padri e i loro padri e dove tu vivi e vivranno i tuoi figli e i figli dei tuoi figli. Un’isola di cui tu serberai ricordo attraverso me e il ricordo è una fiamma che avvolge e rigenera il tempo perché con essa il passato rinasce a nuova vita.
Nascosti nel mio cuore ci sono i dolori e la fatica del mio corpo che ha perso lo slancio e l’agilità di un tempo e restano celati giù nel profondo, perché più forte è la gioia di vederti, la gioia di sapere che tu ci sarai domani, se anche io non ci sarò e io rivivrò in te.
Io ti guardo, mia piccola e ti sorrido, perché di me ti rimangano un ricordo e un’immagine di letizia ed allegria. Perché tu possa portare in te una piccola parte gioiosa di me.
Io ti guardo, mia piccola, mia figlia di mia figlia e sono felice.
Image by !!! k2208 CreativeCommons
Ambra del Bono

7 commenti:

Franco ha detto...

Splendida questa nonna che è capace di tramandare il suo passato e se stessa alla nipote con grande amore. E' il senso della continuità della vita che riesce a superare l'angoscia della morte così strettamente legata ala vecchiaia.
Franco

Giuditta ha detto...

Complimenti molto interessante il vostro blog. C'è per caso la possibilità di aprire un nuovo post?
Giuditta

Ambra ha detto...

Ma certo Giudi, come già ti ho scritto. Però non è il "vostro" blog, ma il "nostro", perché è stato creato da Seneca per tutti i volontari.

Anonymous ha detto...

Non tutti gli anziani purtroppo sono come così consapevoli come questa nonna. non è facile per loro,cerchiamo di aiutarli con tanta pazienza

Raffacaraffa ha detto...

Grazie, mamma. La tua nipote,le tue nipoti, che vengono da così lontano, hanno potuto rinascere qui, trovare finalmente una nuova famiglia e una nonna davvero speciale. Anche se sei lontano sei sempre nei loro pensieri, mi chiedono di te, vogliono sapere della "tua" famiglia, dei loro bisnonni e chi c'era prima ancora. Hanno fame di radici.
Aiutami a farle crescere salde su questa nuova terra.
Ti abbraccio.
Tua figlia

Franco ha detto...

E'vero è proprio una nonna speciale. non ho conosciuto purtroppo mia nonna, ma avrei voluto una nonna così generosa e positiva

Susanna Noè ha detto...

Questa nonna è stata la mia "capa" per tanti anni ed è veramente una donna MOLTO speciale. Nel giorno del suo compleanno le mando un augurio affettuoso sul blog, sicuramente sarà una risorsa vitale per i nipoti.Un abbraccio a Raffa!

Iscriviti a Feed Burner