1

Benvenuti nel blog collettivo creato da Ambra

mercoledì 15 ottobre 2008

Anziani, siate maleducati !

Può sembrare strano, ma questo è l'invito rivolto agli anziani da un Vicecomandante dei Vigili Urbani, perché un atteggiamento meno aperto e fiducioso, più diffidente e più scortese potrebbe contribuire a metterli al riparo da furti e raggiri di cui, in questi ultimi anni, sempre più di frequente restano vittime.
Certo, per una persona anziana che magari vive sola e isolata (dove sono finite le portinaie di una volta o le vicine di casa che non si facevano mai gli affari loro?) è difficile dire di no o chiudere la porta in faccia a qualcuno solitamente di bell'aspetto e di buone maniere che finalmente ti saluta, ti parla, si dimostra gentile al punto da offrirsi di portarti la spesa fino dentro casa o di controllarti l'impianto del gas o dell'acqua per evitarti guai futuri o di verificare che le banconote appena ritirate alla banca o all'ufficio postale non siano false per non farti fare poi brutte figure. Non bisogna stancarsi di ricordare agli anziani che nessuna banca o ente o azienda manda i propri impiegati a domicilio per controlli e riscossioni: insomma bisogna convincerli a diffidare e a non far entrare nessuno sconosciuto in casa! E se possibile chiamare subito vigili, polizia o carabinieri per segnalare l'accaduto e per comunicare i propri sospetti, perché spesso questi truffatori ci riprovano a breve e nella stessa zona.
Per le persone anziane vittime di queste truffe, al danno economico (spesso notevole) e nella speranza che non ci siano danni fisici, si aggiunge comunque anche un non trascurabile danno "psicologico" come ho potuto vedere lo scorso inverno nel caso di un'amica ottuagenaria di solito in gambissima. Il raggiro messo in atto nei suoi confronti da un finto incaricato dell'amministratore l'ha fatta sentire di colpo "vecchia e rimbambita" per usare le sue stesse parole, tanto che, per l'umiliazione subita e la vergogna provata, inizialmente non voleva neppure presentare la denuncia e soprattutto non ha voluto che si sapesse in giro quanto le era accaduto.
Invece parlarne, fare informazione sulle casistiche e sui trucchi più ricorrenti, insegnare alle persone anziane a difendersi da questi sempre più frequenti e nuovi pericoli è importante: a Milano già da qualche tempo ci sono iniziative in questo senso da parte del Comune e della Questura, attivate per lo più nei centri di aggregazione della terza età come ad esempio le parrocchie.
Ma sarebbe davvero utile in questo senso un'azione capillare attuata su tutto il territorio dalle diverse istituzioni e con l'utilizzo di tutti i mezzi a disposizione, in particolare la televisione, spesso unica e prediletta compagna di tanti anziani.
Mimma Brambilla

image by esti- CreativeCommons-Non Commercial-ShareAlikeLicense

5 commenti:

Ambra ha detto...

Mi ero sempre chiesta come mai questi squallidi truffatori riuscissero a "catturare" gli anziani, dopo che diverse istituzioni, Enel, Atm, Poste ecc. avvertono sistematicamente del pericolo rappresentato dagli estranei e anche per il fatto che più sei anziano, più ti senti fragile e più diventi diffidente. Non tenevo conto di quello che dice Mimma e cioè che proprio per le persone fragili, un sorriso e un approccio amichevole in un mondo di solitudine è talmente desiderato da trarli in inganno. Siamo quasi sullo stesso piano dei rapitori di bambini.

Franco ha detto...

Purtroppo è proprio così. Sono la gentilezza e il sorriso che li ingannano e non riescono a vedere la falsità,è qui che bisogno insistere con loro

Mirco ha detto...

Un caso analogo è accaduto alla Signora che seguo: quest'estate 2 donne - tipo madre e figlia - con saluti e sorrisi sono entrati nel portone con lei, poi quando lei ha aperto la porta di casa sono entrate velocemente anche loro, e mentre una la inchiodava in cucina l'altra le ha sottratto i suoi amati ori
Un copione trito
Non le hanno fatto male, per fortuna, ma per giorni e giorni non ha fatto che parlare di questa cosa, e tutt'ora lo ricorda.
Fortunatamente ha reagito ed è andata a fare denuncia (anche se pare che sia stata la polizia a dirle di non diffondere la voce nel suo palazzo), ma il dolore e la rabbia traspaiono tutt'oggi dalle sue parole

Ambra ha detto...

Lo sai che c'è un'assicurazione del Comune di Milano a favore degli anziani truffati? Chissà se qualcuno ha avuto la triste opportunità di utilizzarla! Mi sembra di capire che non è stato il caso della tua assistita.

Mirco ha detto...

No...non lo sapevo
Grazie per i riferimenti!
Appena possibile gliene parlo, se sento che riprendere queste fila non le farà più male che bene
Forse poi non farà nulla, ma queste piccole luci fanno sempre bene

Grazie mille!

Iscriviti a Feed Burner