1

Benvenuti nel blog collettivo creato da Ambra

mercoledì 24 novembre 2010

Incontri (dopo il lavoro)

La testimonianza di Matilde
Al momento di lasciare il lavoro per l'età e con molto rimpianto, il primo pensiero è stato per il dopo.....
Inattiva non lo sono mai stata e il volontariato è sempre stata la mia
alternativa e la mia meta.
Già anche lavorando saltuariamente svolgevo qualcosa presso la mia Associazione di Donatori di Sangue della Mangiagalli.
Naturalmente, dopo la pensione, il tempo a disposizione è aumentato e allora, altro mio pallino, mi sono rivolta all'Unione Ital.Ciechi. Per diversi anni mi sono occupata di accompagnamento e aiuto a persone "non vedenti". Attività molto gratificante, a contatto con persone molto diverse fra loro, che mi ha  notevolmente arricchita e mi è stata molto utile anche nei rapporti futuri.
Poi gli anni passano, le esigenze dei "non vedenti" sono piuttosto fisicamente impegnative e, anche se a malincuore, ho dovuto dedicarmi a forme di volontariato più stanziali.
E qui inizia la mia attività presso SENECA, occupandomi di persone avanti con gli anni e magari non tanto in salute che avevano bisogno di compagnia, di riempire la loro solitudine o semplicemente di qualcuno con cui parlare e sfogare amarezze, paure, rimpianti. Ne ho seguite diverse in zona Romana - la mia - e una in particolare, Rosetta, ex tranviere in tempo di guerra, alla quale mi sono anche molto affezionata. Per questo motivo, e perché intanto non stava più da sola ma in una Casa di Riposo, mi sono staccata da lei. A febbraio compirà CENTO anni e tornerò a trovarla!
Contemporaneamente a SENECA mi è capitato un corso di formazione della VI Opera di S. Fedele per Assistenti Volontari in carcere. Era l'altro mio pallino, e così da sei anni una volta alla settimana incontro i detenuti di S. Vittore.
Non vedenti, persone sole e anziane, detenuti, insomma persone alla quali spero di essere di aiuto, ecco come cerco di dare un senso alla mia vita. A volte penso che sia una forma di egoismo perché in effetti si riceve molto di più di quello che si dà.
Sono in attesa di una attività sempre con SENECA presso la Fondazione Maugeri.
Questo è per me il vero sistema per vivere con serenità, giorno per giorno, con il pensiero rivolto al domani e in ringraziamento per quanto immeritatamente abbiamo ricevuto e doverosamente siamo tenuti a farne partecipi i meno fortunati.
Matilde
image cc by Pink Sherbet Photography

24 commenti:

Sandra Maccaferri ha detto...

Pofonda,sincera e non retorica ammirazione.
Vero che si riceve tanto di più di quanto si dia. Se lo vuole chiamre egoismo...credo sarebbe utile il contagio.
Un abbraccio, Matilde.
Sandra
P.S.per Ambra: evviva, qui è arrivato Nataleeee

Tomaso ha detto...

Buona sera cara Ambra, oppure se preferisci, Matilde, ho letto tutto in un fiato il tuo interessante racconto... credimi tutto il bene che stai facendo un giorno lo troverai, di questo ne sono sicuro.
Quando tu invecchierai se nessuno si prenderà cura di te! tu sarai tranquilla la tua coscienza ti dirà il tuo dovere lo hai fatto! gli altri non hanno di certo una coscienza...
Scusami se con questo garbuglio di frasi ti avrò un po' confusa , ma questa è la verità. buona serata cara amica con un forte e riconoscente abbraccio,
Tomaso

Lufantasygioie ha detto...

ciao Ambra
di volontari in ospedale ne ho visti tanti,ho parlato con tanti,ho riso e pianto con tanti...ho stretto un rapporto profondo con tanti.
Mi spiace solo che tu non sia stata una di loro.
Chi si dedica agli altri,come lo fai tu,perchè anche se non ci conosciamo,"sento" che lo fai con amore e dedizione,non solo per occupare il tuo tempo.Di hobby ne potresti fare tanti,ma hai scelto quello più nobile!
Un bacio
lu

Ambra ha detto...

@ SANDRA
Ciao Sandrina. Forse ho anticipato un po' troppo il Natale, ma quest'anno, non so perché, lo aspetto con un certo entusiasmo. Sarà la presenza di due nipotine ....

Ambra ha detto...

@ TOMASO
Non mi hai confuso, Tomaso, mi ha fatto piacere quello che hai scritto. Però questa testimonianza non riguarda me, ma un'altra volontaria, Matilde.

Ambra ha detto...

@ LUFANTASYGIOIE
Ma sai devo dirti che fare del volontariato non è solo "donare" qualcosa agli altri, c'è una "soddisfazione" in parallelo che ti gratifica molto.
Devo aggiungere poi che il racconto che hai letto è stato scritto in realtà da chi l'ha firmato, Matilde, un'altra volontaria del nostro gruppo.
Se vuoi sapere come sono arrivata io al volontariato lo puoi vedere qui: http://senecamilano.blogspot.com/2009/02/cuore-di-ragazza_17.html
A presto.

Erika ha detto...

I miei complimenti Matilde.
Un bacio
erika

enrico ha detto...

Brava. laverità è che il pensionato alla fine di tempo ne ha pochissimo, di impegni ne salta fuori uno al minuto, basta volerlo.

Lufantasygioie ha detto...

scusami per questo errore involontario...non avevo letto l'autore.Ero convinta che si parlasse di te,Ambra....comunque è stato un piacere leggere di come Matilde sia entrata nel mondo del volontariato....e le mie parole valgono anche per lei....notte
lu

Stella ha detto...

stella-premi.blogspot.com

mimì ha detto...

che gioia leggere di queste persone!

Mr. Tambourine ha detto...

Piccoli, semplici esempi di vita.

Carmine Volpe ha detto...

credo si sia cancellato il commento,penso che hai fatto la scelta giusta, se penso alla gente che dice di annoiarsi, persone che hanno bisogno che nella vita c'è altro e poterlo toccare non è poco, la goia è dare nella vita più che ricevere :-))

Ambra ha detto...

@ ERIKA
Ciao Erika, grazie della tua visita.
@ ENRICO
E' proprio così. Hai del tempo, non ti accorgi e prendi più impegni di quando eri al lavoro, con la differenza che qui è una scelta e non un obbligo.
@ LUFANTASYGIOIE
Ciao Lu, non c'è niente da scusarsi. Come ti dicevo succede abbastanza spesso.

Ambra ha detto...

@ MIMI'
Ciao Mimì, la tua visita è sempre un piacere.
@ MR.TAMBOURINE
Due parole le tue, che danno il senso di questo racconto.
@ CARMINE
E' vero quello che dici. E' difficile annoiarsi quando fai del volontariato, al contrario.

Elettra ha detto...

Grandi gesti e grandi esempi da seguire, hai la mia stima e i miei complimenti per tutte le attività di volontariato che svolgi aiutando chi ha bisogno. La tua nobiltà d'animo e la tua sensibilità oggi in questa società prettamente egoista ti fa molto onore.

utente ha detto...

resto di sasso, io fatico ad essere d'aiuto anche solo a me stesso. Mi basto, ma fatico ad aiutare qualcun altro. Quando leggo queste cose ho l'impressione di vivere in mondi che né convergono e né sono paralleli. Mi viene alla mente l'infermiera rumena lasciata agonizzante a terra fra l'indifferenza di tutti, ma anche i morti che vengono abbandonati per strada dopo un incidente. Violenze e atrocità che si contrappongono a questo mondo del volontariato. Ieri ho raccolto due euro a una signora che li aveva lasciati cadere, mi ha guardato con stupore, aveva gli occhi che brillavano, erano solo due euro (suoi per giunta). Delle volte basta poco e nulla per dare un sorriso, ma così tante attività e in tante associazioni diverse m'impressionano, eppure ho donato sangue anch'io, ma non ho più il fisico di una volta.

Cristina ha detto...

cara Matilde conosco bene la sensazione di cui parli io adoro definirla "cuore caldo"...io oltre a Seneca mi dedico il giorno di natale alla consegna dei pasti a domicilio agli anziani soli e bisognosi...è fantastico esser circondati da così tanto amore e capire di essere in quel momento un riferimento serio ed importante...ciò ti fa sentire davvero forte e vivo

Dual ha detto...

Cara Ambra il piu' nobile dei gesti e darsi senza aspettarsi nessuna ricompensa...Non avevo dubbi che tu avessi un gran cuore. Buon w.e.
Gio'

Gabe ha detto...

ciao cara, è sempre un piacere leggerti e se vieni da me c'è un piccolo dono. ciao bella

Ambra ha detto...

@ GABE DUAL UTENTE ELETTRA
Grazie a tutti voi della vostra visita e del vostro apprezzamento sulla nostra attività di volontariato che svolgiamo comunque con grande piacere e con i sentimenti che Cristina descrive così bene.

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Ti faccio i miei complimenti,sei una persona da ammirare.Saluti a presto

Ambra ha detto...

@ CAVALIERE
Non sono io, ma Matilde che ha scritto questa testimonianza. Ma poi, come dico sempre, essere volontari non è solo donare agli altri, è in primo luogo qualcosa che ti gratifica, che ti dà molto. Grazie comunque delle tue parole.
La mia storia è un po' diversa. La trovi qui, se vuoi:
http://senecamilano.blogspot.com/2009/02/cuore-di-ragazza_17.html

Elio ha detto...

@ MATILDE
@ UTENTE
Brava Matilde e bravo “UTENTE” per la tua sincerità: non è comune!
Elio

Iscriviti a Feed Burner