1

Benvenuti nel blog collettivo creato da Ambra

lunedì 30 marzo 2009

Larga la foglia e stretta la via, …

… dite la vostra, che ho detto la mia.

Sono già passate più di due settimane dal 1° Happy Hour organizzato tra volontari
Seneca, eppure l’altra mattina mi ha telefonato Katia (una volontaria che conosco
solo di nome), la quale molto carinamente si è detta di nuovo molto dispiaciuta per non aver potuto presenziare e soprattutto si è raccomandata di non dimenticarla in occasione del prossimo Happy Hour! Ma voi, sia quelli che hanno partecipato sia gli altri che per motivi vari non hanno potuto o voluto farlo, che ne dite? Che cosa ne avete pensato? A me (ma naturalmente anche a tutto il “board” della Associazione) piacerebbe conoscere la vostra opinione su questa iniziativa perché, se è piaciuta, si potrebbe ripetere in un prossimo futuro e magari pensare pure ad altro … ma per il momento non allarghiamoci.
Se devo esprimere il mio parere, e non perché sia parte in causa in quanto “cooptata” come organizzatrice dell’evento (ma devo ammettere che poi mi sono ritrovata a farlo con molto piacere), mi è sembrato che i volontari in linea di massima abbiano accolto favorevolmente l’organizzazione di questo “frivolo” aperitivo, che fuoriusciva dai canoni classici degli eventi Seneca. E questo atteggiamento positivo l’ho colto sia durante il giro di telefonate che in diverse mail di risposta: davvero molte e inaspettate sono state le persone che hanno manifestato il loro apprezzamento e, nel caso, il rincrescimento per non poterci essere.
Già il numero dei partecipanti è stata una piacevole sorpresa: credevo, agli inizi, che riuscire a radunare una ventina di persone potesse già rappresentare un successo. E pensate invece che il “totalizzatore”, durante il fine settimana immediatamente precedente, era arrivato a 40! Purtroppo, come spesso capita in questi casi, ci sono state defezioni dell’ultimo e anche ultimissimo momento, per cui alla fine ci siamo ritrovati in 33, numero che mi è sembrato comunque notevole, tenuto conto che siamo tutti volontari, ognuno con i propri impegni e attività e problemi, residenti nelle zone più disparate di Milano, per cui accettare di spostarsi a fine giornata e spendere 8 euro per bere un aperitivo con altre persone, per lo più sconosciute o quasi …
Ma al Plaza Café mi è parso di vedere gente contenta di ritrovarsi con altri volontari Seneca per conoscersi un po’, fare quattro chiacchiere insieme, scambiare le proprie opinioni, parlare di sé e delle proprie esperienze. Se a questo si aggiunge che il buffet e i drinks non erano niente male, che non eravamo rintronati dalla musica o dispersi tra la folla (come spesso accade nei locali di questo genere), ma che avevamo una saletta tutta per noi … Anzi ho sentito qualcuno che si lamentava perché la saletta gli sembrava fin piccola e suggeriva per il futuro uno spazio più ampio per favorire ancor di più l’aggregazione e la reciproca conoscenza. Insomma si è creata un’atmosfera che oserei proprio definire simpatica e cordiale.
Basta però adesso con il mio parere. Vorrei solo concludere ringraziando chi ha collaborato con me all’organizzazione (Ambra, Roberta e Sergio, che ha gentilmente svolto le funzioni di “cassiere”) e in particolare chi ha partecipato a questo 1° Happy Hour Seneca (e sottolineo primo, sperando che possa essere il primo di una piacevole serie); ma desidero soprattutto sollecitare e naturalmente ringraziare fin da ora tutti i volontari che vorranno scrivere qui sotto anche solo DUE PAROLE DUE di commento, pur se negativo, non importa : anzi, proprio partendo dalle critiche si può riuscire a migliorare le cose e renderle più piacevoli. Per cui, come dice la filastrocca, larga la foglia e stretta la via, dite la vostra, che ho detto la mia (si accettano critiche, suggerimenti, osservazioni, spunti, idee, complimenti: praticamente di tutto e di più … ma commentate, grazie!!!).
Mimma
image cc by Schristia

6 commenti:

Ambra ha detto...

C'ero all'Happy Hour. E' riuscito veramente molto bene. Si è creata subito un'atmosfera calda, cordiale e conviviale, con Mimma che accoglieva i nuovi venuti sempre con un sorriso, Sergio che si è ritrovato a fare il "cassiere" ... come nuova professione da alternare al volontariato ... Tutto davvero molto simpatico. A quando il prossimo Happy Hour Seneca?
Ambra

LA CRI ha detto...

Io purtroppo non c'ero per motivi familiari e son qui che mi mordo le dita :( Spero che replichiate perchè stavolta voglio esserci pure io!!
LA CRI

Ida ha detto...

Ciao Mimma! ripeto qui quanto già detto a voce: quando organizzi il nostro prossimo Happy Hour? Sono momenti di cui abbiamo sicuramente bisogno per conoscerci meglio e sviluppare quel senso di appartenenza a Seneca, di cui tanto si è sentita la mancanza in passato.
A mio parere il posto, proprio perché si riesce a parlare e a sentirsi in quanto assente la tipica musica assordante, andrebbe tenuto in considerazione.
A presto - Ida

sandra ha detto...

Mi è sembata una bella iniziativa. Per me "nuova" un'occasione per conoscere un po' meglio Seneca e altri volontari. Vale la pena di ripetere!

giampaolo cornelli ha detto...

Anch'io sono responsabile di una delle defezioni all'aperitivo(oltre che pigro bloggista)e mi dispiace non aver partecipato. Spero che l'iniziativa continui. Alla prossima volta!
Ciao Giampaolo.

Fabio ha detto...

Ciao Mimma, io non ho potuto partecipare all'evento, ma da quello che ho capito, ed anche dal racconto di altri, mi sembra che tu sia la persona giusta per questo genere di cose.
In ritardo ma ti faccio ugualmente i miei complimenti per le tue doti di praticità, costanza, volontà, pazienza e, perchè no, stile!

Iscriviti a Feed Burner