1

Benvenuti nel blog collettivo creato da Ambra

domenica 6 novembre 2011

Le lancette dell'orologio

courtesy h.koppdelaney
La poesia che segue è stata scritta da Lina Maria,  una signora più che ottantenne assistita da un volontario Seneca.

A forte connotazione religiosa, questa poesia ci è sembrata degna di nota per l'interpretazione "immaginifica" (di dannunziana memoria) dei movimenti delle lancette. Per questo ve la proponiamo.

Le lancette dell'orologio
Le lancette dell’orologio sono aperte quattro volte al giorno,
sembrano braccia, il caldo abbraccio di Gesù.
Mezzo giorno, le braccia sono giunte,
è l’ora della preghiera.
Tre e un quarto, due mani si stringono in segno di amicizia.
Sei di sera e di mattina, qualcuno sta pregando per noi.
In tutte le case ci sono orologi,
in tutte le case, se lo accogliamo,
c’è la presenza di Gesù. 
Lina Maria

19 commenti:

Cristina ha detto...

Mi ricorda mia mamma che vive costantemente con la corona del rosario in mano. Credo che sia un buon augurio per Natale.

Luigi ha detto...

bella, bella bella:
semplice e tenera!!!

P & M ha detto...

Una bellissima poesia non c'è che dire!!! Grazie per averla voluta condividere con noi....
Un abbraccio...

Lufantasygioie ha detto...

Per essere un'ottantenne scrive bene e ha le idee chiare.
Buona giornata

nanussa ha detto...

non avevo mai pensato alle lancette dell'orologio come delle braccia aperte o chiuse.... che brava Lina Maria, davvero una bella e significativa poesia!! baci a tutti e felice giornata!! :)

janana ha detto...

che bella!!! e brava la nonnina!!! e grazie infinite a te che l'hai scritta per condividerla con noi.
bacetti
Paola

riri ha detto...

bella e tenera..un abbraccio a tutti voi angeli.

zicin ha detto...

Molto bella questa poesia... delicata e profonda.
Un orologio umanizzato che ci ricorda di pregare... di fare una piccola sosta per raccoglierci e rigenerarci nella preghiera.
Complimenti!!!
Felice sera

cosimo ha detto...

Le lancette del tempo non segnano il tempo, segnano la vita, anche quando questa si ferma.

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Molto bella!

Erika ha detto...

Grazie Lina Maria! Bellissime le similitudini che hai usato per farci riflettere che anche in un semplice orologio si può scorgere la presenza di Gesù.
Un abbraccio a tutti ed in modo particolare a te, Ambra!

Gabe ha detto...

semplice e tenera,brava Lina Maria,un saluto Ambra

Rita Baccaro ha detto...

Significa saper vedere in ogni istante della giornata la presenza di Dio e riuscire a dare un senso e ad illuminare la vita, fatta della somma di questi attimi, con la preghiera. E' una donna di grande fede. Un vero insegnamento per tutti.
ciao a presto

Carmine Volpe ha detto...

molto tenera capoace di vedere gesù anche dove pensaimo che ci sia meno

Giovanni ha detto...

mi capita di stupirmi (perchè non dirlo?) e rattristarmi per il fuggire veloce del tempo.
Mia moglie mi dice allora "il tempo fugge anche se non si guarda l'orologio....". Implicita una sensata considerazione su tutto ciò che è stato creato tempo incluso.
Nella poesia della gentile signora mi pare percepire una visione profonda della vita. La connotazione religiosa aiuta a considerare il tempo che fugge in modo diverso e consolatorio. giovanni

riri ha detto...

Un caro saluto ragazzi, siete impegnati?

riri ha detto...

...mi sono espressa male, volevo dire oltre al solito, perchè vengo a curiosare per leggere un nuovo post. Da Torino, un pò di nebbia ed un raggio di sole.

Lufantasygioie ha detto...

ciao...Ambra tutto ok?
baci

mr.Hyde ha detto...

E' una serena e profonda considerazione sul tempo che passa ...Avverto un distacco, gentile..e la preghiera che aiuta ad affrontare ogni giorno.
Ciao Ambra, sono passato a salutarti.

Iscriviti a Feed Burner