1

Benvenuti nel blog collettivo creato da Ambra

giovedì 20 ottobre 2011

Un'altra Via

Testo di Fabrizio
Nel mese di Agosto sono stato a Toulouse per quattro giorni in occasione degli insegnamenti del Dalai Lama.Toulouse è una bellissima città della Occitania con splendidi quartieri e bellissime chiese e conventi, come il famoso convento dei
giacobini con il suo meraviglioso chiostro. Ci si può domandare come mai in un paese di cultura cattolica così profonda ci possa essere una manifestazione buddista che raccoglie più di diecimila persone da tutto il mondo. La risposta è che c’è una sempre maggiore ricerca di spiritualità.
Il Dalai Lama in tutte le sue presenze pubbliche afferma che non è sua intenzione di convertire nessuno, anzi chiunque deve seguire la propria tradizione religiosa e solamente se, dopo un’attenta analisi, trova che il buddismo può essere più confacente alle proprie ideologie, allora può iniziare ad approfondire questa religione.
La ricerca della felicità, soprattutto in questi ultimi anni, è una ricerca prettamente interiore esattamente il contrario di quello che ci propone la società attuale che ci vorrebbe far credere che la felicità è possedere una bella casa, una bella macchina etc etc.
Il semplice buon senso dimostra che non è così che si ottiene la vera felicità. La calma interiore è il primo step più affidabile per la ricerca della felicità.
Nel buddismo esiste un ventaglio molto vasto di meditazioni che ognuno può integrare nella propria vita quotidiana. In queste meditazioni ci sono gli strumenti per trovare più calma, serenità, amore e compassione.
Ci sono dei rituali che hanno dei significati molto profondi che i praticanti devono esplorare per cercare di eliminare le sofferenze e pensare di più al prossimo.
Nel buddismo c’è una dimensione altruista che ci insegna a mantenere la dignità in tutte le occasioni.
Alla fine degli insegnamenti il Dalai Lama indice sempre una conferenza pubblica aperta a tutte le persone di tutti i credo.
Gli argomenti sono sempre di carattere generale e risponde a domande lasciate preventivamente all’organizzazione.
Questa volta si è soffermato molto sul concetto della democrazia in quanto unica possibilità per governare i popoli oltre a riaffermare i concetti di vera felicità secondo il buddismo.
I suoi discorsi sono sempre molto toccanti, non a caso il Dalai Lama è riconosciuto internazionalmente come “oceano di saggezza”.
Fabrizio
image cc by h.koppdelaney noDerivsLicense

24 commenti:

❀~ Simo ♥~ ha detto...

Condivido questo testo di Fabrizio, grazie per averci offerto questi spunti di riflessione e meditazione. Buona giornata

riri ha detto...

Grazie Fabrizio, sono molto attratta da questo tipo di religione, avevo conosciuto dei buddisti ad un corso ed il loro modo di essere mi aveva colpita..Un caro saluto a tutti voi.

Strega Bugiarda ha detto...

Semplice e "veritiero" questo tuo post, in momenti di dolorosi travolgimenti sono stata salvata da letture di filosofie orientali e dalla musicalità delle parole di Krishnamurti.
Anni fa ho trascorso il mese di settembre presso il Lama Tsong Khapa, come saprai il centro buddista più grande d'Europa, capisco profondamente il tuo racconto, e la serenità che porta il raggiungimento della vacuità delle cose.
Certo non è tutto rosa, anche a Pomaia, le mie aspettative sono state un po deluse, per quelle dinamiche di gruppo e gestionali di grosse comunità che erano presenti e tangibili anche lì.
Pur non sentendomi pronta ad abbracciare filosofie orientali, mi piace qui ricordare un pensiero di Albert Eistein :
La "religione" del futuro sarà una religione cosmica. Dovrà trascendere un Dio personale ed evitare dogmi e teologie. Comprendendo sia il naturale che lo spirituale, dovrà fondarsi su un senso religioso che nasce dall'esperienza di tutte le cose spirituali e naturali intese come un'unità significativa.
Il buddhismo corrisponde a tale destrizione"
Con l'occasione stamani ho letto un po di tuoi scritti... grazie una bellissima medicina per lo spirito.
Gingi

Tomaso ha detto...

Bello non trovo che dire questo, Fabrizio dice bene.
Ciao cara Ambra.
Tomaso

Carmine Volpe ha detto...

Toulose è fantastica
La ricerca della felicità è un percorso interiore e personale molto forte.
In realtà credo che ogniuno di noi sappia qual'è il percorso ma per circostanze strane sbagliamo sempre percorso.
A volte non sappiamo riconoscere la felicità, ci passa accanto ma non la vediamo, inseguiamo tutto quello che non ce l'ha da.
Le figure come il Dalai lama, sanno farci riflettere, indicare una direzione, ma il il lavoro è personale, non ti piove dal cielo, per raggiungerla bisogna lavorare molto su se stessi e quello che c'è intorno.
Alcune religioni meglio di altre si prestano ad aiutarci in questo percorso.

Alberto ha detto...

Io che non sono un credente venni molto colpito dal Dalai Lama quando venne a Milano. Ne scrissi QUI. Ciao.

Carla, i colori...pensieri della mia mente. ha detto...

...Un oceano di saggezza...quanto è necessario oggi in questa nostra società!!!
Ci vorrebbero tanti Dalai Lama fra noi per affrontare in modo più dignitoso e soprattutto democratico questo nostro vivere.
La ricerca della felicità?
Esiste per davvero la felicità? ciaoo Fabrizio e grazie per questa riflessione non da poco. ciaooo

Luigi ha detto...

argomento che mi sta molto a cuore questo della ricerca della felicità e ringrazio Fabrizio per gli spunti interessanti che fornisce, e Ambra, sempre sensibile ai temi importanti della vita.
Personalmente ritengo che la sofferenza non possa essere eliminata dalla nostra vita: col passare del tempo mi sono convinto che l'unica via d'uscita è trovarne un senso!

Adriano Maini ha detto...

Non sono credente, ma quando sento parlare di democrazia mi metto, per così dire, sull'attenti. Ma Tolosa ha dei lontani trascorsi non interamente cattolici, come ricordano antiche tragedie relative a Catari e Albigesi ...

fabrizio ha detto...

Ciao Ambruccia,sono commosso che tu abbia pubblicato il mio post alle 5.04 di mattina.
.....non dovevi svegliarti per questo e neanche tralasciare quello che stavi facendo!!!!!
....comunque GRAZIE!!

Anonimo ha detto...

Ringrazio tutte le persone che hanno commentato così sinceramente il mio post.Il percorso che ho scelto non è sempre così facile ma abitua a vedere le cose nelle loro VERE dimensioni.La feliicità e le sofferenze ovviamente esistono ma esistono anche le cause e quindi dopo aver ben analizzate quest'ultime si possono trovare degli antidoti.

Giada ha detto...

Ho letto alcuni libri del Dalai Lama e penso che anche per una persona non buddista, ci sia molto da imparare.
In effetti la filosofia buddista è tutto il contrario del consumismo, perchè ci dice che la felicità non va cercata in un oggetto da desiderare e comprare, ma si può acquistare solo lavorando su se stessi.
Un caro saluto
Giada

TuristadiMestiere ha detto...

sono fermamente convinta che la felicità passi attraverso il bene. Il senso di beatitudine e di pace che ho provato dopo aver fatto qualcosa per qualcuno mi ha colmata per giorni. Del buddismo mi piace la valorizzazione della meditazione. Trovo sia un modo per distaccarsi dalle fatiche/ansie/stress quotidiani e per riflettere profondamente su se stessi.

nanussa ha detto...

purtroppo sono di corsa....... ti lascio un saluto, baci ,felice serata!! a presto!

Sandra M. ha detto...

C'è un grande bisogno di tutto ciò che descrivi nel tuo articolo. Calma, pace interiore, serenità,compassione, altruismo.
Nonché il dare giusto valore alle cose e costruire nuove scale di valori e priorità per vivere meglio e tutti quanti più felici.

Erika ha detto...

Io ho un'amica buddista che mi dice sempre di pensare positivamente e che prima o poi i miei problemi troveranno una soluzione. Spero proprio che possa essere vero.

Ciao Ambra, questo Fabrizio è proprio tremendo.....

il monticiano ha detto...

Quello che il Dalai Lama suggerisce per ottenere la felicità e la serenità vorrei saperlo fare ma non è facile per me.
I problemi sono troppi.
Ad ogni modo grazie Fabrizio e grazie anche ad Ambra.

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Giusti valori!

Ricardo Miñana ha detto...

Dalai Lama, una religion histórica.
Que tengas un feliz fin de semana
un abrazo.

RobbyRoby ha detto...

ciao
grazie per questa riflessione.
Una perla di saggezza.

Lufantasygioie ha detto...

un post che fa riflettere...

Sciarada ha detto...

Ciao Fabrizio, sarebbe un beneficio per tutti fare un bagno in quest'oceano di saggezza per ritrovare i veri valori della vita!

Ciao Ambra e buon fine settimana a tutti!

Stefania ha detto...

Commento con un'aforisma:
"La felicità dipende dalla disposizione, non dalla posizione" disse J.Garland Pollard, e il post di Fabrizio ne è l'autentica prova.
Spero che abbiate trascorso una felice e serena domenica!
Un saluto agli autori di Tra sogni e realtà!
By Stefania.

Giovanni ha detto...

Fabrizio qualche anno fa mio figlio medico si è recato in India a visitare il Delai Lama per apportare l'aiuto della telemedicina . E' tornato stregato. ha incontrato la pace e l'intima essenza della natura umana. L'opposto dell'esibizinismo quotidiano in cui viviamo. tI saluto caramente giovanni

Iscriviti a Feed Burner