1

Benvenuti nel blog collettivo creato da Ambra

domenica 1 marzo 2015

La stanchezza da blog

Post di Ambra
Tamara de Lempicka, La dormiente, 1932
Serpeggia nel mondo dei blog una malattia, infettiva sembra, i cui sintomi sono svogliatezza, noia, mente vuota e fantasia bloccata. Non c’è né cura preventiva, né cura durante il decorso stesso.
Colpisce in genere a cinque o sei anni dalla nascita del blog, qualche volta più in là. Dapprincipio viene combattuta con la forza di volontà, il blog riesce ancora a rinnovarsi anche se più raramente, più stancamente,  ma più spesso la stanchezza si aggrava fino a provocare la fine del blog.
Accade così che esso venga semplicemente messo in sonno a tempo indefinito, oppure che venga chiuso nella cassa dei ricordi e sepolto definitivamente.
Più rari sono i casi in cui la malattia regredisce da sola e il blog rifiorisce a nuova vita.
E’ una malattia senza cuore, distrugge l’entusiasmo che alberga nel blogger e che aveva dato vita a tanti post.
Quali sono le origini di questo male incurabile, che finisce per depauperarti delle tue amicizie virtuali, lasciando uno strascico di malinconia per questa perdita?
Si fanno diverse ipotesi.
Causa scatenante possono essere ferite che non riescono a cicatrizzarsi per offese e insulti gratuiti ricevuti sul blog, anche se prontamente cancellati.
Oppure nasce da una consunzione del tempo causata da subitanei cambiamenti nell’equilibrio di forze tra il reale e il virtuale, laddove il reale si riempie di nuovi impegni. Ma questa sembra essere più una giustificazione con se stessi che non una causa reale di disturbo.
Oppure, più semplicemente, la vena poetica o quella prosastica, che non erano abbastanza profonde né abbastanza solide da resistere all’usura del tempo, hanno decretato l’inaridimento del blog.
Chissà se,  novella ebola, la malattia finirà per cancellare questo nostro precario mondo.

Ambra


51 commenti:

Paolo ha detto...

Stando così alla previsione, ho sei anni di vita ^__^
Interessante diagnosi, forse col tempo potrebbero diminuire gli stimoli iniziali o semplicemente ci si trova a fare altro ... Chissà.
Felice serata
Paolo

Antonella S. ha detto...

Ciao Ambra, confesso che a volte ho avuto dei periodi di disinnamoramento nei confronti del mio blog, finora ho sempre cercato di combatterli cercando nuovi stimoli per continuare...chissà ...mi dispiacerebbe tanto arrivare al punto di dover praticare l'eutanasia alla mia " creatura ". Per il momento sono sempre riuscita a recuperare l'entusiasmo iniziale, per me sarebbe davvero una grande perdita.
Ti auguro una felice serata.
Antonella

silvia de angelis ha detto...

Non tutte le persone sono costanti nei progetti cui danno vita e, in quel caso una creatura , come il blog, è destinata a vita breve...
Buon inizio di settimana, Ambra e un sorriso,silvia

Stefano Davanzo ha detto...

Spero di scansare il contagio :-)
Buona settimana

Tilli ha detto...

Cara Ambra, la vita con i suoi ritmi frenetici, fa si che si abbandoni anche il piccolo mondo virtuale che si è creato con tanta passione.
buona serata Tilli

il monticiano ha detto...

Molto semplicemente la vena prosastica che si esaurisce col trascorrere degli anni. Naturalmente parlo per me.
Un caro saluto,
aldo.

Pia ha detto...

Ambra cara buongiorno!
Hai fatto bene a scrivere tutto ciò.
È vero anch'io ho notato come un abbandono virtuale.
Ho avuto momenti di dubbio anch'io ma credo che questo sia normale, spero comunque di non abbandonare, anche perché sono solo al terzo anno...eheheheh...

Comunque credo che il problema non sia solo la stanchezza, forse si cerca qualche altro stimolo anche all'esterno del blog e questo porta distrazione ed apparente abbandono.
C'è facebook, twitter ed altro.
Poi si tende a seguire la moda, credo che ora siano tutti su twitter, ma come si sa tutto passa e si ritorna sempre su ciò che più ci soddisfa.
Bisogna solo avere pazienza...
Baci amica bella e buon Lunedì.

Mila ha detto...

Arrivo per la prima volta in questo blog e leggo un post reale, ma un po' triste...
Penso che nella vita possa succedere di avere momenti di stallo, l'importante e rendersi conto se è un blocco momentaneo o proprio se la cosa non trasmette più quello che dava prima!!!
Buona settimana

Sciarada ha detto...

Carissima Ambra, a quanto pare il mio blog è nella fase critica terminale, tra poco festeggerà il suo quinto anno di vita, quindi non rimane che un anno prima che tutto sprofondi nell'oblio, di certo non sarà bello per le 1626 bozze che vivranno un'agonia snervante nella speranza di essere pubblicate ... povere piccole ! :-)
Comunque affidiamoci alla scienza della ragnatela o meglio ancora ai rimedi della nonna che fanno sempre miracoli e che la novella ebola possa disciogliersi nel suo antidoto senza effetti collaterali .
Lunga vita a " Tra sogni e realtà " e un abbraccio !

Berica ha detto...

Bell'analisi su cui riflettere;
e bella anche l'immagine.

Grazie cara Ambra. :)

Carmine Volpe ha detto...

visto che l'anno prossimo festeggio i dieci anni di blog, forse qualcosa posso dirla

Inizialmente si apre un blog con la motivazione di condividere un'esperienza, un sapere, un punto di vista, intanto il blog cresce e diventa un prodotto editoriale che richiede, tempo, impegno e ci si lascia prendere dallo stress, di dovere fare, scrivere e rispondere.

Calma .. se è l'attività di tempo libero deve essere tale e quindi saremo convincenti solo se saremo noi stessi anche con qualche mancanza.

Se la stanchezza da blog motivata da troppi strumenti, twitter, facebook, flickr, la migliore cosa è sceglierne uno solo, puntare sulla qualità di quello che volete condividere fosse solo una barzelletta.

Ninfa ha detto...

Basta che io scorra con gli occhi il mio blog-roll per accorgermi di quanto questa epidemia abbia colpito...blog che non si aggiornano da mesi o anni, oltre a quelli che hanno scelto di cancellarsi proprio. E' triste perchè dietro a quei blog c'erano persone con cui avevo creato un dialogo vivace, un bello scambio di idee ed ora chissà cosa fanno, come stanno...alcune, lo vedo dalle statistiche, vengono ancora saltuariamente a trovarmi, ma "silenziosamente". Essendo quasi arrivata a cinque anni dall'apertura, capisco molto bene il post che hai scritto Ambra e tu sai, dato che anch'io ne ho parlato spesso, quanto abbia provato (in passato ma ancora adesso ogni tanto) le tue emozioni e fatto le tue stesse riflessioni. Mi auguro però che, come dici, "la malattia regredisca da sola e il blog rifiorisca a nuova vita". Sì, è possibile!

P.s. Altrimenti, male che vada, bisognerà organizzare degli incontri per "ex bloggers"!

Cettina G. ha detto...

Cara Ambra le tue riflessioni sono abbastanza reali ,infatti si inizia con tanto entusiasmo ,ma poi subentrano stanchezza , mancanza di stimoli ed altro....
Succede a tutti anche prima dei 5 /6 anni.
Però fin quando rimane anche un minimo di interesse è bene continuare.
Un post molto interessante

Silvia Negretti ha detto...

Io immagino che se una blogger decide di abbandonare il proprio blog è perchè evidentemente non lo trova più così interessante come all'inizio o come sperava sarebbe stato!
In fondo non dimentichiamoci che questo è un'hobby e come tutti gli hobbies è soggetto a mancanza di te mpo e mutamenti di umore e di interessi, quindi se viene lasciato perdere è perchè ha esurito il suo appeal o perchè ci sono cose più importanti, non ti pare? :)
Baci!
S
http://s-fashion-avenue.blogspot.it

cristiana2011 ha detto...

Vi consiglio il vaccino che contrasti la stanchezza da blog.
Non riesco ad immaginarmi senza il mio blog, che io parago all'abitudine che alcuni di noi hanno di parlare da soli, un modo come un altro di elaborare pensieri.
Non abbandonarci Ambra!
Cristiana

mr.Hyde ha detto...

Cara Ambra per quello che mi riguarda anch'io ho contratto quel virus in forma, però, non tanto grave: la frequenza dei post (ne parlo come la "frequenza dei battiti nei malati")è diminuita,così come l'impegno e la cura nello scrivere i post.Io, di blog ne ho tre, figurati,e poi anche un profilo google+.Quest'ultimo è nato quest'anno ed è in buona salute e poi non faccio molta fatica pubblico immagini e musica, anche se è impegnativo lo stesso perchè è giusto seguire gli altri, rispondere ai commenti e via di seguito.Un impegno anche questo.Però è vero che nella vita reale succedono delle cose (anche solo l'aumento degli impegni di lavoro) che mi costringono a prendermi del tempo e momentaneamente, trascuro un pò il tutto.Cerco però di mantenere i rapporti con i bloggers più vicini che reputo ormai amici, facendomi vivo ogni tanto.Anche il tuo blog per me è un punto di riferimento:non perdiamo i contatti..Un abbraccio.

carla family ha detto...

Dici bene Ambra, i motivi che citi sono tutti quanti possibili anche se penso che il più delle volte è il corso della vita stessa che allontana dalla propria creazione che per la maggior parte dei casi è un hobby.
Non è facile seguire tutti e farsi seguire a volta si rischia di trasformarlo in una vera e propria attività quindi da qui inizia il disamore.
Ciao Ambra.

nonno enio ha detto...

negli ultimi anni ho assistito a diversi abbandoni nei blog a favore di facebook... si va verso la consisione dei messaggi da mandare e altrettanto sui commenti... io resto e addirittura raddoppio gestendone due da un paio d'anni

Melinda Santilli ha detto...

Io la stanchezza ce l'ho, ma per via dell'influenza!
Comunque è brutta questa stanchezza mentale che colpisce la blogosfera, secondo me è sintomo di una noia interiore più grave.
Bacioni

Stefano ha detto...

Cara Ambra
l'anno scorso è successo anche a me voler chiudere il mio blog per stanchezza.
Ho risolto sforzandomi di pubblicare un post ogni settimana, invece di tre.
E' un errore togliersi! Si perde il contatto con tutti gli amici.
Un abbraccio

Nella Crosiglia ha detto...

E non diciamo stupidaggini cara Ambrina e poi dove ti vengo a cercare?
Sai quante volte avrei chiuso il blog, che poi non era all'inizio neppur mio? Per lacerazioni personali, per amici che tali si dichiaravano e poi sparivano, per altri che ti vietavano l'accesso, per sparizioni immotivate, per abbandono di iscrizioni e chi più ne ha più ne metta...Me ne passava proprio la voglia , e allora grazie a voi, all'inizio ho deciso di scrivere per me, poi sono arrivati gli amici quelli veri,e adesso più o meno marciamo in un binario rettilineo, finchè dura!
Guarda che ti sorveglio!
Bacio speciale!

Claudia♥ ha detto...

Ciao Ambra!!
Il mio semplice bloghettino ha diversi anni già esisteva su un'altra piattaforma e successivamente l'ho trasferito su blogger,vero..ogni tanto si batte la fiacca e lo si lascia in pausa di riflessione,poi si ritorna sempre! Non fare scherzi né
Un abbraccio

Beatris ha detto...

Fortunatamente non vengo contagiata da stanchezza o altro e il mio entusiasmo perdura come all'inizio della creazione del blog, i commenti che scrivo e che ricevo dagli amici trovati tramite il blog sono sempre una bella soddisfazione e orgoglio quindi non lascerò tanto facilmente...
Mi raccomando carissima Ambra non lasciare e non lasciarti contagiare dai tanti che abbandonano!
Un forte abbraccio e buona giornata da Beatris

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Infatti, noto in giro una moria di tanti blog e le cause possono essere molteplici, come tu hai elencato anche in questo tuo post.
Saluti a presto.

Alberto ha detto...

Tutto dura un tempo, e ogni blogger ha il suo. Penso però che tante energie siano andate a finire nei social network.

EriKa Napoletano ha detto...

Cara Ambra, anch'io sono stata, lo confesso, diverse volte, vittima di questa "ebola".Poi, dopo alcuni giorni, non ho resistito ad avere contatti con gli amici blogger ( ero diventata, e lo sono ancora, blogdipendente.....) Un tempo pubblicavo quasi ogni giorno ma poi mi sono accorta che, così facendo, creavo problemi, ben sapendo, che cosa comporta visitare tutti i giorni tanti followers. Gestire un blog impegna parecchio ma è di gran lunga superiore a FB. E poi, tu ben sai che, grazie al blog, siamo state capaci di trasformare, merito del tuo spirito di iniziativa,, l' amicizia virtuale, di un bel gruppo di bloggers, in realtà.
A presto!

valerio ha detto...

Sono stato fermo un paio di anni , ho ripreso da poco !!
ciao buona giornata

Sandra M. ha detto...

Ebola, dici. Virtuale e serpeggiante Ebola. Da parte mia, allo stesso modo contagiata, un abbraccio virtuale grandissimo. Felice di conoscerti, da tempo, anche di persona e di incontrarti di tanto in tanto. Questa esperienza mi ha dato tanto, soprattutto amici che spero di non perdere di vista.
Bacione grande.

stefania ha detto...

Ambra... tu però non sparire... altrimwenti come ti rintraccio ;) Ti aspetto da me.

RobbyRoby ha detto...

Ciao
secondo me in questo è coinvolto il virus FB. Buona serata.

Pedro Luso ha detto...

Parabéns pela bela postagem.
Um abraço.

pia ha detto...

passo per leggere i tuoi post e per augurarti un buon fine settimana ciao

Francesco Zaffuto ha detto...

Ciao Ambra, anche io compio sei anni, hai messo il dito nella piaga. Ho letto tutti i commenti, alcuni dicono che la piaga non c’è, ma la piaga in qualche modo esiste. Quando ho iniziato con un blog ho pensato che si trattava di una bottiglia lanciata nel mare di internet, era difficile che qualcuno potesse raccogliere quella bottiglia e leggere il messaggio; ma non c’erano dubbi io ero un naufrago. Mi sono meravigliato di trovare qualche commento e per un po’ ho pensato che si potesse avviare un fruttuoso circuito di comunicazione, poi ho constatato la precarietà. Ho avuto però occasione di conoscere qualche persona preziosa come te e partecipare a momenti di incontro che hai organizzato. Ho visto che tanti blogger si sono trasferiti su facebook , è uno strumento che si presta a comunicazioni veloci, a condivisioni di attualità, e a frettolosi mi piace, che stanno come un visto; il blog è qualcosa di più ordinato quasi un prodotto editoriale, reggere tanti anni non è facile e tagliare è sempre un po’ doloroso. Forse è meglio darsi un ritmo meno sostenuto. Per il resto si resta un po’ naufraghi, ma era già lo stato iniziale, abbiamo però una consapevolezza in più. Un caro saluto.

Beatris ha detto...

Un abbraccio e buona festa della donna carissima Ambra!
Beatris

SeV a colazione ha detto...

Chissà, forse si arriva ad un punto in cui gli stimoli languono? O la passione iniziale non era tale ma solo una moda da seguire? A ognuno il suo motivo...
Un abbraccio e buona domenica,
V.

Mandy ha detto...

Hello.
You have a great HP, very interesting and nice.
Greetings from Belgica.
P.S. My HP :
http://blog.seniorennet.be/mandysblog

Anonimo ha detto...

capito di qui per puro caso da un altro sito di consigli per blogger
ho cliccato istintivamente perché sapevo che avrei trovato un blog interessante e così è stato
vorrei che blog, persone, parole così non finissero mai, per cui vi direi..non mollate, siete preziosi per il cuore e la mente
Mary

Mirta Luce nel cuore ha detto...

Cara Ambra non ho avuto tempo di passare a salutarti ma ti penso sempre!

╔══════ ೋღღೋ ══════╗
║░░BUON INIZIO SETTIMANA ░░║
╚══════ ೋღღೋ ══════╝


╔══════ ೋღღೋ ══════╗
║░░¡¡ FELIZ SEMANA! ░░║
╚══════ ೋღღೋ ══════╝

♥♥ Un abbraccio per te! ★ೋღ♥ღೋLuce nel cuore

______$$$$$$_$$`
___$$__$$$$$$$$__$$$$$$
___$$$$__$$$$__$$$$____$$
___$$$$$$$$__$$$$$$_____$$
____$$$$$$__$$$$$$$$$___$$
__$$$$$$$$$__$$$$$$$$$$$$
__$$$$$$__$$__$$$$$$$$_$$
____$$$$$__$$__$$$$$$_$$$$
____$$$$$$$$$$$_____$$$$$
_____$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$
____`$_$$$$$$$$__$$$$$$$$$$
____$$$`__$$$$$__$$$$$$$$$
____$$$$`_________$$$$$$
______$$ ______
_______`$$ __
_________$$`_____
__________`$$` ______
____________$$
_____$$$$$$$$$$ _______
___$$$$$$$$$$_$$ __-
_$$$$____$$___$$` ______
$$$$$__$$_____$$__$$$$
$$$$$$$______`$$_$$$$$$
$$$$__________$$$_____$
$$___________` $$____$$
_____$$$_____$$`___$$$$
___$$$$$$___$$__$$$$$$
__$$$$$$$$_$$_$$___$$$
_$$$____$$$$_$$__$$$$
__$$_____$$_$$$$$$$
___$______`$$
___________$$ __
____________$$`
___________`$$ _ ¡Un abrazo para ti! ★ೋღ♥ღೋLuce nel cuore

Alessandra ha detto...

Ragioneeee, cara Ambra! Mi stanco, ma poi mi dispiace abbandonarlo. Eppure all'inizio era diventato quasi un lavoro... e neppure questo mi piace! Vado dove la voglia di aggiornare il blog mi porta, senza pormi troppi problemi...poi si vedrà. Un abbraccio!

Carla, i colori...pensieri della mia mente. ha detto...

ciao Ambra...giusta e valida riflessione. Ammetto, in parte ne sono contagiata, ma sono anche forse scusata o forse no, non so, cerco solo di aggrapparmi a tutto e mi rendo conto che lascio per strada importanti pezzi, ma più di così non riesco a fare. Un forte abbraccio.

Blumoon ha detto...

Ciao Ambra, forse in questo commento sarò un pò ripetiva perchè in parte, se non del tutto, ho risposto al tuo commento sul mio blog...

Personalmente sono 10 anni che mi dedico al blog (e ora ne ho 2 con due temi differenti) ho visto diverse piattaforme, alcune chiudersi alcune diventare così brutte da voler scappare... ho conosciuto amici blogger con cui ancora sono in contatto, altri che si sono persi nel nulla di questo mondo virtuale... Non sempre è stanchezza da blog, ma più semplicemente stanchezza mentale e fisica...In 10 anni cambiano le esigenze, gli impegni, gli stimoli e forse con il tempo si perde la spontaneità di fare i conti con se stessi.Perfino Marril che da qualche anno gestiva il blog con me ormai è totalmente assente, e non ha proprio la testa di pensare al blog.

Però per come lo vivo io, il blog non è un diario, almeno non lo è per me...personalmente lo ritengo più un quaderno di appunti per le emozioni, positive o negative, leggersele davanti fa un certo effetto e a volte si preferisce sfuggirne... ma arriva sempre il momento di prendersi quella pausa, non dal blog bensì dal caos quotidiano, e fermarsi ad affrontare se stessi... leggersi e ascoltare chi dall'altra parte ci legge e convide a modo suo quell'emozione. Amo il mondo dei blog... amo il loro modo di comunicare...
Un caro saluto

Magia da Inês ha detto...

♭♪
Nunca havia pensado nisso!...

O meu blog reflete o que mais gosto: flores que eu mesmo fotografo.
Nunca pensei em parar, mas, às vezes, o ritmo diminui porque não encontro nenhuma flor interessante ou estou cansada do trabalho... parar não!

Bom início de semana!
Beijinhos.
♮♬♫ه° ·.

José María Souza Costa ha detto...

Hoje, 14/03, quando Celebramos o Dia Nacional da Poesia ( no Brasil ) vim, saudar-te, e trazer-te um pedaço da minha alegria.
És grande, portanto, sóis poeta poetisa.
Que o dom da luz divina, te guarde proteja.
Um abraço, e desejos de Paz e muita Luz.

José María Souza Costa ha detto...

Hoje, 14/03, quando Celebramos o Dia Nacional da Poesia ( no Brasil ) vim, saudar-te, e trazer-te um pedaço da minha alegria.
És grande, portanto, sóis poeta poetisa.
Que o dom da luz divina, te guarde proteja.
Um abraço, e desejos de Paz e muita Luz.

José María Souza Costa ha detto...

Hoje, 14/03, quando Celebramos o Dia Nacional da Poesia ( no Brasil ) vim, saudar-te, e trazer-te um pedaço da minha alegria.
És grande, portanto, sóis poeta poetisa.
Que o dom da luz divina, te guarde proteja.
Um abraço, e desejos de Paz e muita Luz.

Costantino ha detto...

Il blog è un angolo di libertà, comprende quindi anche la libertà di smettere.
Dispiace però, perché, parafrasando la celeberrima poesia, quando suona la campana per un blog, la campana suona un pochino anche per il nostro.

Giancarlo ha detto...

Condivo il tuo pensiero. Felice domenica a te...ciao.

Farfalla Legger@ ha detto...

Cara amica credo che nessuno meglio di me possa capire il tuo post e i sentimenti che provi.
Ti lascio solo qualche link
http://farfalla-leggera.blogspot.it/search/label/Fiorella
https://07082014farfallaleggera.wordpress.com/2014/10/10/stranezze-del-web/
https://07082014farfallaleggera.wordpress.com/2014/09/04/cara-amica-ti-scrivo/

Sono episodi che sono successi a me e che io racconto più che altro per sfogare la mia delusione su un mondo virtuale che io credevo un'isola felice
e che invece ho scoperto essere lo specchio della vita reale messo nel virtuale.
Ed allora come ho reagito? Mi sono allontana da queste "persone" e continuo la mia avventura perchè in fondo mi diverte.
Baciobacio cara e non lasciarmi, lo sai che ti voglio bene

Sari ha detto...

Alle persone che frequento virtualmente, mi affeziono molto e quando qualcuna sparisce mi sento orfana. Ecco quel che non mi piace, questo sparire senza salutare e dire due parole di commiato... e tu non sai cosa è successo, se ci sono problemi o cose serie dietro la chiusura del blog.
Il mio blog ha appena compiuto cinque anni ma ancora non me ne sono stancata, quando succederà (se), ringrazierò e saluterò col magone tutte le persone che mi hanno fatto compagnia e fatto crescere... Quanto mi piacciono i blog che frequento.
Ciao

E Lisa ha detto...

Cara Ambra, e la prima volta che entro, e letto con interesse l'analisi di un blogger.
Io ho la mia filosofia:
Il blog e come una casa, non e caldo perché ha il riscaldamento, ma lo rende accogliente il calore umano!
E cosi anche il blog. Finché ci sono amiche/amici che leggono, il blog rimane vivo, pulsante. La stanchezza arriva quando non ci sono stimoli!

E quanto letto in questo blog, qua non manca il calore umano!

Cosi spazza via la malinconia ...

un caro saluto e buona vita, da
Elisa

Tais Luso ha detto...

Interessante seu texto, sei o que sente, tenho 9 anos de blog e o faço por lazer, porque gosto. Lógico que as redes sociais entraram e mexeram um pouco com as pessoas que tinham blog. Passaram para o face, coisa que nunca pensei em fazer. Outra coisa, talvez os comentários ofensivos que recebemos, mas temos moderador, é só não postar. Em tudo que a gente faz, teremos as coisas boas e as ruins, mas devemos saber lidar com elas. Não desista, faça seu blog um prazer para você e seus amigos que o seguem. Não deixe que alguém lhe tire o estímulo de fazer o que gosta.
Um abraço!

Iscriviti a Feed Burner