1

Benvenuti nel blog collettivo creato da Ambra

mercoledì 20 aprile 2011

Contare i passi



Testo di Camelia

Avevo letto la presentazione di un libro scritto da una giornalista italiana abitante in Francia, Carla De Bernardi, il titolo è:

CONTARE I PASSI
Dai Pirenei all’Oceano sul Cammino di Santiago.

L’ho letto, è un libro che mi ha interessato parecchio, descrive questo cammino, i paesi che s’incontrano, le varie Chiese,  i paesaggi.
C’è anche un cambiamento interno, questo camminare molte volte in solitudine ti porta involontariamente ad una riflessione sul tuo trascorso nel bene e nel male.
Vi chiedo se avete letto qualche libro che tratti di questo Cammino con descrizione di questi Monasteri, e se un “ ardito “ di voi  ha intrapreso questo Pellegrinaggio.
Grazie.
Camelia

27 commenti:

Luigi ha detto...

questo libro mi interessa molto!!!
E poi la copertina è bellissima
buona Pasqua Ambra

Annamaria ha detto...

Non ho letto il libro, ma l'argomento è interessante.
Tra l'altro conosco una giovane amica che ha già fatto Cammino di Santiago, Via Francigena, con diario di viaggio e foto.
Splendido!
Trovate tutto su Google cliccando Cristina Menghini Globetrotter life.

Ciao!

Adriano Maini ha detto...

Dalle mie zone ogni tanto per Santiago parte una comitiva di ciclisti. Questo, almeno, so.

IsA ha detto...

sono un po latitante.....ti faccio tanti tanti auguri di una serena Pasqua.
baci

Stella ha detto...

Non l'ho letto, ma mi sembra molto interessante.
Lo cercherò al prossimo Salone del Libro.

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Interessante come testo.Salutoni a presto

sirio ha detto...

Sarà proprio perchè non conto i passi che consumo le scarpe così rapidamente...
Adesso hai capito il motivo per cui non leggo, o quanto meno molto poco!

♥♥♥ Maddy ♥♥♥ ha detto...

Non conosco questo libro, e ti ringrazio d'avermelo segnalato, Camelia...

Un abbraccio a te e ad Ambra*

Maddy

Michele ha detto...

BUONA PASQUA AMBRA
Ciao Michele pianetatempolibero

riri ha detto...

Pellegrinaggio vero e proprio no, ma mi è capitato, anni fa, di fare un viaggio in solitudine, dove i pensieri volavano leggeri e tutto aveva un senso, la vita, le cose, la gente..adesso credo sia più difficile, per il contesto in cui viviamo..mi accontento dei mercatini rionali e assaporo ancora le cose...nonostante tutto.
Deve essere un bel libro, al momento ne ho tre, ma me lo segno da comprare o me lo faccio regalare:-)
Un saluto a tutti + un abbraccio ad Ambra

maresco martini ha detto...

Io sono un camminatore da sempre ma non condivido le - imprese estreme. Ne ho visti troppi camminare coi piedi rovinati, come l'anno scorso una tedesca che camminava con gli infradito, era stata tre giorni all'ospedale di Massa per infezione ai piedi, poi ci sono quelli che pur di arrivare a Roma rischiano di rovinarsi la salute sotto temporali, attraversando torrenti in piena.
Quelli che scrivono libri stimolano tante persone a camminare, ma i più non hanno il fisico e la costanza per fare imprese. Si può- contare i passi anche misurandosi con percorsi diversi ma volendosi bene.
Io e mia moglie percorriamo di media 80 km la settimana, ma ci riposiamo anche.

Erika ha detto...

Grazie dela segnalazione. Io sono stata a Santiago di Compostela a Pasqua del 2006 (in aereo) ed ho visto molti pellegrini che arrivavano a piedi molto stremati con il tipico bastone e conchiglia.
La Galizia è una bellissima regione spagnola che consiglio di visitare.
Scusa Camelia se approfitto per farmi un po' di pubblicità aggiungendo il link al mio diario di viaggio su questi magnifici luoghi.
http://erikanapoletano.blogspot.com/2010/03/pasqua-2006-in-galizia.html
Serena Pasqua a tutta la redazione.

Mirta - Luce nel cuore ha detto...

Camelia e Ambra La gioia di Cristo risorto scenda nel vostro cuore donandovi pace e serenità. Buona Pasqua!!!

Costantino ha detto...

Già la copertina è fantastica.
Il viaggio sul cammino di Santiago,oltrechè per il suo significato religioso,merita un approfondimento anche dal punto di vista geografico e paesaggistico.

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Auguro una serena e felice Pasqua anche a tutti gli autori del blog.Saluti a presto

Talamasca ha detto...

Non ho mai letto un libro del genere, i miei gusti letterari sono molto differenti...ciò non toglie che potrebbe incuriosirmi e forse anche piacermi :)

P & M ha detto...

Però, questo libro dalla tua descrizione sembra davvero molto interessante... ci farò un pensierino!!!
Grazie della dritta!!!

riri ha detto...

Buona Pasqua a tutti voi:-)

Annamaria ha detto...

Ambra, ho scoperto che Lara che, se non erro, anche tu leggi è di Bologna e mi sono permessa di invitarla la raduno dei blogger....
Poi deciderà lei entro il 5 maggio.
Ancora auguri!

marifra79 ha detto...

Un abbraccio forte e tantissimi auguri di buona Pasqua!

cosimo ha detto...

Un abbraccio insieme ai miei auguri per una Pasqua serena:-)

Sandra ha detto...

Camelia, noi siamo stati a Compostela seguendo "el camino francés" , ma in camper. Non abbiamo l'età ma soprattutto il fisico adatto e l'allenamento necessario (concordo in pieno con quanto dice Maresco)..... Abbiamo seguito il più possibile il percorso dei pellegrini , ne abbiamo incontrati tanti, abbiamo parlato con tanti...i Pirenei, la Navarra, Burgos...gli altopiani e le ondulazioni del teritorio, i campi di girasoli..la Galicia. E poi gli ostelli...Insomma un viaggio davvero suggestivo, particolare. Mi hai fatto venir voglia di ripescare le foto...ancora non digitali .
Lascio a tutti voi di Seneca i miei auguri per una Pasqua serena.
Sandra

tilli ha detto...

BUONA PASQUA A TUTTI VOI!!!!

Nicolanondoc ha detto...

Buona Pasqua a questo magnifico gruppo ed agli amici lettori.

Elettra ha detto...

A tutti i componenti del blog Senecamilano giungano gli auguri per una serena e felice Pasqua
Ad maiora dalla vostra Elettra

Lara ha detto...

Finalmente ho scoperto questo blog, ed è stata una bella sorpresa.
Non conosco il libro segnalato, ma mi sono ricordata di avere letto "Il cammino di Santiago" di Paulo Coelho.
Saluto Ambra che mi ha fatto scoprire questo blog e tutti gli altri che ancora non conosco.
Buona Pasqua a tutti!
Lara

Mariolino ha detto...

delle volte incontro il prete, mi chiede se vado in chiesa. Non ci vado più, per noia, per mancanza di tempo. Ho troppi casini a casa. Questa sera sono stato in un'altra casa. Un vecchio che non mangia più, una fine vita che si trascina. Credo che delle volte per riflettere sulla vita, sul senso, sulle aspettative,si possa trovare tutto quello che c'è in quel cammino anche vicino a casa. Basta guardarsi attorno, fermarsi, per vedere dei monasteri e delle chiese a cielo aperto. per vedere la natura, la vita, la ricchezza e la povertà in un vecchio inerme, prigioniero di un corpo senza scampo.

Iscriviti a Feed Burner