1

Benvenuti nel blog collettivo creato da Ambra

sabato 30 aprile 2011

Alma Mater [*]

Michelangelo Buonarroti
Madonna col Bambino

Post di Cristina

Sto lavorando in un CAAF, ho a che fare con tanta gente per otto ore al dì ... stavo prendendo una prenotazione ad una signora accompagnata dal marito e con bebè al seguito.
Ad un certo punto come se nulla fosse la signora ha scoperto il seno ed il bimbo ha
iniziato a succhiare davanti a me al di là della mia scrivania nel mentre del mio lavoro.
Sinceramente mi son sentita molto imbarazzata ed irritata da questo atteggiamento da parte di costei. La mia collega ha visto la mia espressione ed una volta andata via la signora mi ha chiesto che cosa avessi e pertanto le ho raccontato l'accaduto ... mi è stato detto "eh! come si vede che non sei mamma ... è una cosa naturale!".
A mio avviso trattasi solo di aver un briciolo di pudore, buonsenso, riservatezza e rispetto per chi hai di fronte, son tante le "cose naturali" che fa il nostro corpo ma questo non significa che dobbiamo per forza ostentarle davanti al prossimo.
Son andata a casa quella sera "con una pietrina nello stomaco".
Cristina

[*] "Madre che Nutre" riferito alla Dea Madre in epoca romana, poi alla Vergine Maria durante il Medioevo e infine divenuto in tempi moderni riferimento a un'istituzione accademica.

33 commenti:

Annamaria ha detto...

Indipendentemente dal fatto di avere o non avere figli(anch'io non ne ho), condivido in generale il discorso di Cristina sul pudore e la riservatezza.
Tuttavia, il gesto di quella mamma può essere stato inopportuno forse solo perchè fatto in un luogo molto affollato.
A me è capitato quest'estate in montagna di vedere la stessa scena su di una panchina della piazzetta del paese. Ma era l'ora morta del pranzo, il sole a picco, poca gente in giro e, francamente, la cosa mi ha lasciato solo un senso di grande dolcezza.
Ciao e grazie!

Erika ha detto...

Avrebbe potuto coprire il seno con un fazzoletto. Comunque allattare è un gesto d'amore.
Pudore dovrebbero averlo quelle che scoprono il seno per ostentarlo come ad esempio a me è capitato quando insegnavo: le mie studentesse venivano a scuola con magliette scollatissime e con ombelichi scoperti.
Buon fine settimana, Cristina!

Luigi ha detto...

io ritengo che sia necessario un minimo di pudore anche in queste circostanze, fermo restando che, come giustamente rileva Erika, sono ben altre le situazioni imbarazzanti di cui preoccuparsi!
Buon fine settimana

☆αzzυяяα☆ ha detto...

Smak smak
:)
Ciao ambra, sono azzurra, mi avevi chiesto una firma...
finalmente te ne ho scarabocchiate un paio...provale (hanno lo sfondo trasparente)
e fammi sapere

http://graficscribbles.blogspot.com/2011/04/e-la-firma-per-chi-si-chiama-ambra.html

rismak
azzurrina

Stella ha detto...

Per me è un gesto bello e naturale e mi suscita tenerezza.

Gabe ha detto...

Sicuramente è un gesto naturale ma un po di riservatezza non guasta, anzi è cosa dovuta
ciao e buona domenica

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Secondo me è un gesto naturale e senza malizia.Sono d'accordo in pieno, con il commento di Erika.Salutoni a presto

Talamasca ha detto...

Anche a me dà fastidio, e molto, ma i bambini quando hanno fame devono mangiare altrimenti piangono e si innervosiscono. Sarebbe brutto che le mamme non potessero uscire perchè ad un certo punto il bebè deve mangiare...basta avere un pò di tolleranza. Ciao, buon fine settimana!

Carla, i colori...pensieri della mia mente. ha detto...

bellissima questa immagine di Michelangelo...penso non sia nulla di scandaloso...se proprio l'urgenza chiama, non ci sono problemi. ciaoooo e buon primo maggio
se ti fa paicere sul blog http://lavostraarte.blogspot.com c'è un giochino..se vuoi partecipare...ciaoooo

P & M ha detto...

E va bé che non siamo mamme ma ci sono modi e modi di fare le cose.... certo che la gente ormai ha la faccia come il didietro.... almeno la cortesia di chiedere permesso.... non sono pudica e capisco l'esigenza di nutrire ma il rispetto no?

il monticiano ha detto...

Non lo so, sono piuttosto indeciso sull'esprimere una mia opinione.
A me sembra che sia coprire il seno
con un fazzoletto sia il non farlo possano andar bene. Dico entrambi i gesti.

Ninfa ha detto...

Anche a me è capitato diverse volte di vedere mamme che con molta naturalezza allattano in pubblico. Anche se da loro è certo un gesto vissuto senza malizia, io come te un pò di imbarazzo lo provo, anche perchè sono molto pudica. Comunque sono altre le cose che mi scandalizzano sul serio. Ciao, Cristina!

marifra79 ha detto...

Sarà pure un gesto naturale ma non lo condivido e il discorso di avere figli o meno non c'entra niente... si tratta solo di avere un pò di buon senso! Un abbraccio

Ambra ha detto...

Cristina, mi trovi d'accordo. Quello che ci distingue dagli animali è anche il senso del pudore, che - è vero - varia da paese a paese, da epoca a epoca, ma è sempre presente.
Allattare il tuo bambino - cosa che ho fatto io stessa - è un gesto d'amore così delicato e così intimo da richiedere la stessa riservatezza che ci vuole quando fai l'amore col tuo compagno.
E' vero che la pittura e la scultura dei secoli passati, in particolare in epoca medievale ci hanno lasciato numerosi esempi di "Madonna che allatta il Bambino", ma questa è una trasposizione artistica ed ha un significato meramente spirituale.
La donna che allatta dovrebbe inoltre tener conto che un gesto per lei naturale può non esserlo per altri e dovrebbe quindi mantenere un minimo di riserbo.
Qui non si tratta di falsi pudicismi, farlo in pubblico diventa una sorta di prepotenza, di imposizione di sé e dei propri bisogni senza alcuna attenzione agli altri.
Ma aggiungerei ancora un'altra cosa. Quando ero io ragazza, mostrare il seno con una maglietta scollata era inconcepibile, era contro ogni regola del pudore, oggi è assolutamente normale. Lo fanno ragazze e donne di ogni età ed estrazione sociale, ad imitazione dei costumi di attrici e personaggi pubblici.
Questa recente "abitudine" ha un preciso significato di richiamo erotico. E la visione di un seno esposto laddove il suo significato "erotico" è in contrasto con la sua funzione "naturale" di nutrimento crea disturbo ed imbarazzo. E' l'accostamento di due poli opposti che non possono coesistere a creare fastidio.
Almeno questa è la mia impressione.

sandro ha detto...

ambra hai detto quello che penso anch'io

Lufantasygioie ha detto...

buona domenica Cristina ed Ambra
sono perfettamente d'accordo col senso del pudore...un po non guasterebbe .
Lu

Vittoria A. ha detto...

Anche io sono d'accordo, e' un gesto naturale ma un po' di pudore non guasta :)

riri ha detto...

...condivido, bastava appartarsi e magari chiedere se ci fosse un posto dove allattare discretamente il piccolo senza essere osservata...a volte le mamme sono così..
Il dipinto è un sogno che vorrei avere in casa mia:-)
Un caro saluto a tutti voi, un bacio ad Ambra.

sqwerez ha detto...

l'unica cosa che penso è che quando una mamma allatta il proprio figlio deve avere occhi solo per lui e non pensare ad altro.
Se questo scoprirsi in pubblico era solo figlio della possibilità di far due cose assieme allora lo biasimo... Il resto è noia.

Giada ha detto...

A me a dire il vero non da particolarmente fastidio vedere una mamma che allatta, e penso ai bellissimi esempi che abbiamo nelle nostre chiese di Madonne del latte. C'è anche da dire, che c'è modo e modo di farlo, e diversi livelli di pudore, e capisco anche che qualcuno possa infastidirsi, perché tutto sommato è un momento di grande intimità, qualcosa che idealmente andrebbe condiviso solo con gli affetti più cari. Mi piacerebbe che una mamma abbia degli spazi riservati per allattare in tutta tranquillità ed igiene anche fuori casa, però non tanto per gli altri, ma per lei stessa ed il suo bimbo.
Un saluto, a presto...

Michele ha detto...

la riservatezza ci vorrebbe sempre, anche per i 'gesti' naturali, come allattare un bimbo
buona serata Michele pianetatempolibero

Sandra ha detto...

Provo anch'io un poco di imbarazzo per l'allattamento in pubblico; non è una questione di pudore ma di riservatezza per il significato di tenera intimità che penso abbia.Io ho allattato mio figlio. Ho avuto anche momenti di "urgenza" ... basta chiedere e si trova come fare senza mettere in imbarazzo le persone.
Poi è vero che la parola vergogna non ha niente a che vedere con questo. Come ha detto qualcuno qui sopra sono altre le cose di cui sarebbe bene aver vergogna.

Giovanni ha detto...

Mi è capitato molto tempo fa ma non in luogo pubblico. Il non aver provato imbarazzo forse è tutto "il luogo". Comunque sono ancora ancorato ad una "vecchia" educazione. EVVIVA LA VECCHIA EDUCAZIONE ed il pudore delle donne.
Giovanni

Paola ha detto...

La penso come Erika: per me, quello di una mamma che allatta il suo bimbo, è un gesto che fa tenerezza, ma talvolta può creare disagio e dò ragione a Cristina.. Comunque, una volta si usava coprirsi con un fazzoletto, pensando proprio a chi poteva trovare la cosa inopportuna.
buona settimana e saluti cari ad Ambra.

Stella ha detto...

Ambra e Cristina vi invito a leggere qui:

http://stella-ilbeneinnoi.blogspot.com/2010/06/pudore.html

Alessandra ha detto...

Anch'io, pur pensando che allattare il proprio bambino sia una cosa bellissima, credo che un minimo di discrezione non guasti.

Mariolino ha detto...

erano grosse o piccole? quella è la cosa che interessa a un bambino (dentro ogni bambino c'è un uomo).
Se il bimbo ha fame che fai? Credo che la maternità sia sempre un belvedere e il bimbo porta innocenza anche alla madre. Ne esaltano la bellezza i Papi credo possa provare a resistere anche un Caff. Il pargolo mica può aspettare i comodi del settetrenta. Il bimbo più che Cud si sente Unico, e vuole tutte le attenzioni subito. Al massimo si può sempre aprire una finestrella con vista del solo rubinetto, anzichè dar vista dell'intera dispensa. Credo la madre mostri con una certa soddisfazione la gioia della sua creatura che si nutre e di lei stessa la capacità di dare. Penso che una madre in quel momento esibisca solo quello e non la pornotetta ... credo.

Mariolino ha detto...

ma con tutto quel che si esibisce in giro a vario titolo, ci dobbiamo proprio scandalizzare della maternità e dei suoi accessori?
Si ci dobbiamo scandalizzare! Procreare, per noi italiani, è figlio del peccato originale. Forse quando vediamo una madre con un bimbo appena nato pensiamo: "brutta peccatrice te li sei goduti quei bei 10 minuti torbidi 9 mesi fa?".
Secondo me crea più imbarazzo (alla madre) chi si imbarazza, che la madre, imbarazzo, a chi gli sta attorno.
Il piccolo, mica sta facendo sesso ... sta solo cercando di farsi passare i crampi allo stomaco.

P.S.
perchè tu hai guardato la dispensa e non il dispensato?

Mariolino ha detto...

qui dev'essere come la storia del fumo, e dei cellulari. Fra un po' chi sarà anche il cartello vietato allattare.

P.S.
Non sono fumatore.
...
certo che un cartello con la scritta "Spegnete il latte, potrebbe falsare ECG in corso" (anche l'EEG a dirla tutta)
potrebbe anche avere un suo senso.

Mariolino ha detto...

Sandra,
tu hai ragione. Se chiedi un posto appartato lo trovi.
Però, però, però...
La vita a Milano è frenetica. Ti tolgono il seggiolino del tram da sotto il popof. Immagino di essere in fila alla posta, non ne parliamo di perdere il turno al Caff. Se io fossi donna religiosa di Milano mi esibirei anche in fila per la comunione.
Non c'è più il tempo di una volta adesso le file e i semafori ti mangiano la vita.
Avrei altre cose da dire, ma mi censuro per non parlare di toilette.

Cristina ha detto...

Ringrazio tutti per i commenti ...sono cosciente del fatto che a questo mondo esistono situazioni decisamente più imbarazzanti rispetto ad un seno scoperto, ma quello che volevo sottolineare è che tuttavia ritengo che un gesto dolce e importante come quello di allattare la propria creatura sia bello condividerlo solo con le persone care, esula dal seno nudo in sè è proprio questo gesto fine a sé stesso che a mio avviso non va ostentato come è stato fatto giorni fa difronte me. Non paragono e non mi permetto assolutamente di farlo, un topless in spiaggia, o una mise a vita bassa con l'allattamento...non confondiamo. Comunque questo è solo quello che penso io e che mi ha fatto piacere condividere con tutti voi.
@Mariolino a volte non capisco il tuo sarcasmo che sembra talvolta rivolto in un certo senso alla polemica ed alla provocazione....mi sbaglierò....

dandelion67 ha detto...

Condivido il pensiero di Ambra...mi ci sono trovata in una situazione simile...con la mia primogenita affamata..mia Madre mi accompagnava ed insisteva perchè la allattassi in un angolo di un bar...(eravamo in visita ad un santuario). Non ci sono riuscita...son dovuta uscire ed appartarmi in auto. Credo il pudore sia una cosa soggettiva. Ed è altresì vero che oggigiorno basta un botto in più aperto ad attirare gli sguardi. le persone nemmeno si guardano più negli occhi.
Dandelìon

Rita B. ha detto...

Son passata per salutare Ambra e lasciarle un bacione,dato che non passo spesso mi sono messa a leggere un post che dal titolo mi attirasse!Mi sono infatti "divertita" a leggere i commenti di questo articolo! Cosa ne penso io:dunque Cristina probabilmente non si aspettava l'"estroflessione" estemporanea della tetta proprio sulla scrivania!L'imbarazzo forse è dovuto a quello ed in effetti come darle torto! Arriva quella e zacchette che ti piazza il mammellone sul tavolo! Signoramia capisco che er pupo ha da magna' ma nu me schizzi la colazione su li fogli mia!
Eccheccavoli l'immagine di tenerezza eddai vabbeh ma si' tutti siamo stati allattati che ce l'ha solo lei l'apparato signo'?
Poi aggiungo che il commento di Mariolino sarebbe simpatico ma poi dice che la signora ha avuto i dieci minuti trucidi di piacere nove mesi prima! Embeh e che ha fatto di male in quel caso? Ha fatto l'amore caro Mario! Se vediamo dolcezza nell'allattamento vediamocelo anche quando generiamo un figlio!Da noi si dice:"o tropp o mia!"Se mi passi la tetta estroflessa pro allattamento non mi puoi "trucidare" la signora se fa l'amore come Dio comanda!:)))
Un bacione a Cristina!

Iscriviti a Feed Burner