1

Benvenuti nel blog collettivo creato da Ambra

lunedì 14 giugno 2010

“Il Paesaggio dell’800” alla Villa Reale di Monza

Anche da parte mia la segnalazione di una mostra, con la possibilità di abbinarla a una comoda gita fuori porta: la mostra riguarda il Paesaggio dell’800 ed è allestita presso il Serrone della Villa Reale di Monza, dove resterà fino al prossimo 11 luglio.
Tra l’altro in questo periodo si può godere (meteo permettendo) della splendida, incredibile fioritura del roseto che costituisce un passaggio obbligato per accedere al suddetto Serrone (le rose sono così belle da sembrare … finte!). E infatti questo roseto è stato utilizzato a fine maggio come location di uno degli spettacoli notturni di “luci suoni emozioni” ambientati nelle ville e nei parchi di Lombardia, qui significativamente intitolato “Sogni rosa”. 
Tornando alla mostra, essa comprende circa 90 dipinti, divisi in 7 sezioni,  provenienti dai Musei lombardi, dove protagonista assoluto è il paesaggio lombardo a partire da quello aulico e idealizzato del Neo-
classicismo, via via fino al paesaggio “vero” del Naturalismo e alle suggestioni oniriche del Simbolismo.  Quindi una grande ricchezza e varietà di scorci ritratti  “sotto il bel cielo di Lombardia” di manzoniana memoria, alcuni di pittori famosi (Ronzoni, Massimo d’Azeglio, il Piccio, Eugenio Gignous, Mosè Bianchi, Giovanni Segantini, Gaetano Previati, solo per citarne alcuni), che attestano il notevole sviluppo e il successo avuto da questo particolare genere pittorico durante l’800  nella nostra regione.
E, come dice la locandina, l’immagine della natura presente nei dipinti viene esaltata dalla vicinanza della Villa Reale e del Parco di Monza, che resta una delle più vaste aree verdi urbane presenti in Europa.
Alla Mostra si può abbinare (su prenotazione: tel. 02-43353522) la visita alle sale di rappresentanza del piano nobile della Villa, progettata nel 1777 dal regio architetto Giuseppe Piermarini per Ferdinando d’Austria: queste sale sono state restaurate di recente, mentre sono ancora in fase di restauro al primo piano le stanze del re Umberto e della regina Margherita che, secondo quanto ci ha detto la nostra Guida, potrebbero essere aperte al pubblico nel prossimo mese di settembre.
Le sale purtroppo sono spoglie, senza arredi (finiti chissà dove!), ma meritano comunque la visita  non fosse che per la vista spettacolare che si gode dalle loro finestre e balconate sui giardini all’inglese progettati
anch’essi dal Piermarini e più in lontananza sul Parco, progettato invece dall’architetto Canonica per volontà di Napoleone.
E nella vastità del Parco, se ancora ne avete voglia e tempo, potrete passare qualche altro momento di svago  e relax  “en plein air” per completare una giornata tutta dedicata ad arte e natura.
Oppure, ulteriore possibilità, sappiate che nello scenario della Villa Reale, che comprende anche un Teatrino, si terranno durante l’estate, alla sera, alcuni appuntamenti musicali e teatrali : ad esempio, per giovedì 8
luglio alle 21.00  è previsto un concerto del pianista Ludovico Einaudi.
Mimma

2 commenti:

Ambra ha detto...

Ciao Mimma, ottima idea segnalare questa mostra.
Hai detto bene parlando di "scenario" della Villa Reale. E' davvero un incanto sotto il profilo architettonico e per il suo parco e i suoi giardini.
E vi si trova anche un programma ben nutrito di eventi.
Ci andrò sicuramente.

Sandra .......... ha detto...

Non conosco la Villa Reale di Monza e la descrizione è invitante.
Lo è , ovviamente , anche la mostra ma fuori portata per me in questo periodo. Ma la Villa Reale, quella sì dovrò vederla. Grazie.

Iscriviti a Feed Burner