1

Benvenuti nel blog collettivo creato da Ambra

venerdì 26 febbraio 2010

Intelligenza emotiva

 Voglio segnalare un libro che ritengo molto interessante e costruttivo: “L’intelligenza emotiva” di Daniel Goleman, edito da BUR-Rizzoli nella collana La Scala. Saggi. E’ un libro molto “datato”, anni 90, ma ancora attuale e di facile lettura. Riporto due segnalazioni al riguardo:

“L’opera di Goleman si propone di riportare l’intelligenza nella sfera delle emozioni  o, se si preferisce, le emozioni nel dominio dell’intelligenza, riconoscendo l’importanza di conoscere le proprie emozioni, di controllarle, di saperle utilizzare per motivarsi verso uno scopo e per promuovere le relazioni con gli altri”.

“Perché le persone più intelligenti nel senso tradizionale del termine non sono sempre quelle con cui lavoriamo più volentieri o con cui facciamo amicizia? Perchè i bambini dotati, ma provenienti da famiglie divise, hanno difficoltà a scuola? Perché un ottimo amministratore delegato può riuscire un pessimo venditore? Perché, secondo  Goleman, l’intelligenza non è tutto. A caratterizzare il nostro comportamento e la nostra personalità è una miscela in cui il quoziente intellettivo si fonde con virtù quali l’autocontrollo, la pervicacia, l’empatia e l’attenzione agli altri: in breve l’intelligenza emotiva”.
Cina  Agosta

2 commenti:

Jennifer Yukos ha detto...

ho letto il libro di Goleman tempo fa, si, è interessante e lo consiglio anche io, un piccolo appunto: le stesse cose avrebbe potuto scriverle con un 30% in meno di pagine senza sacrificare alcun concetto

Fabio ha detto...

uhm, Jennifer, credo di poter dire la stessa cosa del 90% dei libri che ho letto:)
L'arte della sintesi spesso si scontra con il fatto di temere di non essere esaurienti o di non essere in gradi di scrivere tutto quello che si vorrebbe....ma che magari il pubblico considera superfluo

Iscriviti a Feed Burner