1

Benvenuti nel blog collettivo creato da Ambra

martedì 28 giugno 2011

Una piccola barca su Gaza

Giuseppe, un amico blogger che è anche volontario in India, ci ha pregato di contribuire a dare visibilità al suo post e all’articolo della reporter Emma Mancini riportato sul suo blog. Entrambi riguardano un tema che sta molto a cuore a Giuseppe, vale a dire la striscia di Gaza e l’intervento della Freedom Flotilla.
Ecco il titolo del post e uno stralcio del testo:
“A me piacerebbe avere tra le mani una barchetta di carta...
Di quelle che costruivo da bambino in estate, quando, dopo pranzo, venivo "costretto" in una stanza per riposare.
Quando là fuori l'afa succhiava l'aria prima che si riuscisse a respirarla." [...]

Ambra

20 commenti:

tilli ha detto...

Cara Ambra grazie di averci fatto partecipi di questa voglia di vivere di sperare e di combettere per la libertà!
Tilli

Michele ha detto...

ciao Ambra post piacevole
buona giornata Michele pianetatempolibero

IsA ha detto...

è un post bellissimo.
ti lascio un caro saluto
ciaooo

❀~ Simo ♥~ ha detto...

un post che ti fa riflettere sulla vita....bellissime parole!

Grazie per il tuo commento nel mio blog...ti ho risposto da me quando puoi ripassa a leggere
ciao

il monticiano ha detto...

Sono andato al blog di Giuseppe, ho letto il post per intero e ho lasciato un commento.
Grazie Ambra del suggerimento.

dandelion67 ha detto...

Grazie Ambra ...ho letto e condiviso il blog di Giuseppe si fb...sereno vissuto..
Dandelìon

achab ha detto...

Ciao Ambra,bellissimo post.
Buona serata.
Un bacino.

zicin ha detto...

Cara Ambra, sono andato a leggere il post sul blog di Giuseppe, mi son commossa... la tenacia e la speranza fanno molto... spesso fanno miracoli...glielo auguro.
Gli ho lasciato un commento

Carla, i colori...pensieri della mia mente. ha detto...

ciao Ambra. testimonianze che lasciano riflessioni...l'immagine inserita è di una dolcezza unica.
ciaoo Ambra..bacione

riri ha detto...

Commuove la tenacia, che resta ferma nel tempo. Difficile la pace, ma ci proviamo sia per quelli che stanno in guerra da una vita, sia per gli altri..costretti a farla..
Un caro saluto.

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Una testimaonianza ,che ci fa riflettere.Saluti a presto

Alberto ha detto...

Ripeto il commento che ho fatto sull'altro blog.
Molti stanno seguendo con apprensione questa generosa spedizione di pace. Di più ancora dopo l'assassinio di Vick che, senza retorica, rivive.

Erika ha detto...

Ciao Ambra, grazie di averci fatto conoscere Giuseppe. Mi è piaciuto molto il suo post e l'articolo della Mancini. Speriamo che le navi possano raggiungere la destinazione finale e portare gli aiuti alla gente bisognosa.
Un abbraccio a te e a Giuseppe che ora seguirò.

sqwerez ha detto...

che dire?
tengo molto alla questione e tenevo molto a quanto ho scritto.
Sono molto contento della vostra reazione e spero che presterete la massima attenzione a quello che succederà nei prossimi giorni. Purtroppo le notizie non arrivano sui grandi network e se arrivano non sono mai quelle reali.
Sono stato da quelle parti tempo fa e vi assicuro che è durissima da mandare giù. Ed è anche difficile da raccontare, per questo provo a buttare giù delle favolette. Mandela, che conosce bene l'apartheid, è sicuramente più bravo di me. Per chi ha tempo qui c'è una lettera che lui scrisse tempo fa (http://padrebergamaschi.blogspot.com/2009/01/lettera-di-nelson-mandela-al.html).
Chiudo.
Ringrazio di cuore Ambra per il dono di ospitalità e tutti voi per la dolcezza.
Vi abbraccio

Giuseppe

nanussa ha detto...

che bellissimo post!! ciao cara ambra, un abbraccio e felice weekend!

Nicolanondoc ha detto...

Lascia riflettere..un grazie di cuore..buona serata a tutti voi.

Adriano Maini ha detto...

Magnifica iniziativa!

Galatea ha detto...

Grazie Ambra per avermi fatto conoscere questo blog... sto seguendo il la questione...che bella idea

Sciarada ha detto...

Ciao Ambra, credo che il mondo dovrebbe mobilitarsi davanti a tutto ciò, l'idiozia umana va fermata per permettere ai bambini di vivere la loro infanzia e successiva adolescenza con serenità, stiamo perdendo questa battaglia, è necessario porvi assolutamente rimedio!

Niente Barriere ha detto...

Io ho un amico che si è imbarcato sulla freedom flotilla nel tentativo di portare degli aiuti umanitari nella striscia di Gaza. Post davvero interessante che riporterò domani nel mio blog citando anche Tra Sogni e Realtà oltre che la fonte diretta dell'articolo.
Grazie e un saluto

Iscriviti a Feed Burner