1

Benvenuti nel blog collettivo creato da Ambra

martedì 20 gennaio 2009

Vecchiaia condanna della società?

Il post di Mimma “Per un futuro da ultracentenari” mi ha riportato alla mente un articolo sulla vecchiaia, di Achille della Ragione, letto qualche tempo fa sul quotidiano online “napoli.com”. Un articolo davvero molto interessante.

Vi riporto le prime righe e vi invito a leggere il seguito, se ne avete voglia, cliccando sul titolo
La natura biologica della senescenza
“Nel cammino ultra millenario dell'umanità la maledizione della vecchiaia non era stata prevista né da un dio crudele, né da una natura malvagia; essa è semplicemente un accidente provocato …”
Ambra
Image by guercio, CC-NonComm-NoDerivsLicense

5 commenti:

Ida ha detto...

Cara Ambra, grazie per la segnalazione.
Ho letto l'articolo e mi ha profondamente sconvolta. Infatti avevo sempre considerato la vecchiaia come la normale ultima stagione e mai avevo intuito che è solo il risultato del progresso, ma pensandoci,suona addirittura lapalissiana questa verità. Ora mi sto chiedendo se peferirei chiudere qui il mio capitolo vita, ancora nel pieno delle mie facolta mentali (se non nel pieno della giovinezza!) oppure se preferisco affrontare quello che mi vorrà regalare la vecchiaia? Bella domanda!
Ida

Ambra ha detto...

Si, Ida, anch'io sono rimasta sconvolta. Mi pongo la tua domanda "Preferisco chiudere qui o affrontare la vecchiaia?" E' una domanda che mi sono fatta già più d'una volta da qualche anno a questa parte. Non credo di avere scelta, due forze potenti mi sovrastano e mi spingono avanti: la speranza (di una vecchiaia non totalmente devastante) e l'istinto di sopravvivenza.

Anonymous ha detto...

Ho letto tre volte di seguito l'articolo di una verità cruda e sconvolgente ed ho scoperto l'autore un medico scrittore sul quale si può leggere tantissimo andando sul suo sito
www.guidecampania.com/dellaragione
Melina Coppola

monica ha detto...

ciao.. sono una ragazza di 14 anni.. e stavo facendo una ricerca sulla vecchiaia.. e solo ora capisco la tristezza che gli anziani provano.. ma capisco un altra cosa.. che l'uomo non fa che rovinarsi da solo... rompendo il corso della vita come la natura lo ha creato..

Monica ha detto...

ciao... sono una ragazza di 14 anni... stavo facendo una ricerca sulla vecchiaia.. e ho iniziato a leggere questo aritcolo.. devo dire ke mi ha colpita molto... mi ha fatto riflettere... sulla realtà della vita.. e ora capisco la tristezza degli anziani.. perchè si sentono cosi... ma ho riflettuto su un altra cosa.. che l'uomo non sta facendo altro che mettersi contro se stesso.. e secondo me è inutile allungare la vita... tanto non si può sfuggire alla natura.. cioè la morte... allungando la vita si arriva soltanto ad una sofferenza maggiore..

Iscriviti a Feed Burner