1

Benvenuti nel blog collettivo creato da Ambra

giovedì 17 dicembre 2009

I miei vent’anni

La poesia che segue è stata scritta da
Lina Maria, una signora di 74 anni,
assistita da un nostro volontario, Fabio Frigerio.
Ci hanno chiuso le porte del sogno e del mistero,
tutto è programmato
non si guardano più né cielo, né nubi, né stelle.
Sono finiti i sogni
sono rimaste le previsioni.
Ci resta di guardare lontano,
se guardi lontano
c’è Dio che ti prende per mano
Lina Maria
image cc by ilian

2 commenti:

Ambra ha detto...

Troviamo in questo testo, secondo me, la conferma che l’età avanzata dispone di risorse che nascono e si arricchiscono dalle tante esperienze vissute. Una poesia che ben dipinge l’attonita malinconia di chi ha vissuto un immaginario di bellezza e sogno, di cui gli anni moderni ci hanno defraudato, sprofondandoli nella concretezza di ogni giorno.

Fabio ha detto...

posso solo dire che per me è un immenso privilegio conoscere personalmente l'Autrice, è fonte di tantissimi spunti, la convincerò a scrivere più spesso.

Iscriviti a Feed Burner