1

Benvenuti nel blog collettivo creato da Ambra

domenica 8 luglio 2012

Giochi di bugie

Alaskan Dude
Post di Cristina
Utimamente trovo divertente dire bugie per mettere alla prova me e ... l'umanità.
Una volta dissi in ufficio che ero di origine tunisina e feci vedere le foto di un amico mulatto dicendo che era un mio cugino di primo grado .... tutti mi credettero e da qui inventai una leggenda sull'arrivo in Italia della mia famiglia ...
Un'altra volta dissi di avere due fratelli ed addirittura un gemello mostrando le foto del mio fratello vero e quelle di due miei amici di infanzia; di cui uno  ha un anno esatto in più di me ed era appunto il gemello ... fui creduta anche questa volta! ma come è possibile? mi chiesi , ovvio mi dissi ...basta sapere raccontare, essere sicuri nei toni, gesti e parole in merito a ciò che si dice e tutti stupidamente crederanno ..."è vero Cristina come vi somigliate avete lo stesso sguardo" " si si avete lo stesso ovale del viso"... basta essere un buon imbonitore e poi tutti si sforzeranno di credervi a tutti i costi, questa cosa è a dir poco raccapricciante ... povero "piccolo" popolo italiano.
Cristina

28 commenti:

mr.Hyde ha detto...

Bella, la similitudine..Putroppo sono finiti i tempi in cui il cattivo aveva la faccia da cattivo, il bugiardo da bugiardo, il buono,da buono. Di chi possiamo fidarci?..

Carla, i colori...pensieri della mia mente. ha detto...

Hai ragione Cristina Le bugie mi è stato detto bisogna saperle dire e soprattutto avere buona memoria nel ricordarle. Però secondo me è più facile e si vive tranquilli cercando proprio di non dirle. Una fatica in meno...
OTTIMO QUESTO TUO SCRIVERE.
--
Sul mio blog artecarlacolombo ho riportato in auge i commenti...grazieeeeee e buona domenica

il monticiano ha detto...

Crist' certamente non si può dire che manchi di fantasia.
La bugia del "gemello" è davvero molto buffa.
Siamo, credo, troppo creduloni ed io tra questi.

Antonella ha detto...

Ciao, sono passata ad invitarti ad un post di massa; se passi da me e leggi questo articolo capirai il perché

http://iltemporitrovatodiantonella.blogspot.it/2012/07/timbuctu.html?
> utm_source=BP_recent


stanno distruggendo qualche cosa che appartiene al patrimonio dell’umanità, ma nessuno ne parla, se vuoi aiutaci a spargere la voce e a sollevare un “polverone”.
Oggi leggi l’articolo sul mio blog poi, se ti va invita quante più persone puoi a leggerlo inviando loro questo commento, poi, sempre se ti va, martedì 10/07 passa da me, copia il post che pubblicherò e mettilo sul tuo blog,se lo facciamo tutti insieme e ci aiutate a spargere la voce aumentiamo la portata e possiamo far sapere a tutti quello che sta succedendo , perciò , se potete fate girare questo commento. L’intento è quello di creare un fenomeno di massa che permetta di far trapelare la notizia il più possibile, nel nostro piccolo vogliamo dare un contributo, se ti va aiutaci anche tu. Collabora con me in questa opera di sensibilizzazione Audrey autrice del blog Borderline.
Antonella

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Purtroppo il nostro mondo è fatto di bugie e la situazione è sotto gli occhi di tutti.
Salutoni e serena domenica.

Vilma Bellucci ha detto...

Hai proprio ragione sai, a volte siamo troppo creduloni, anche quando la bugia è quasi evidente...si tende a credere.

Magia da Inês ha detto...

❤✿•.¸•.¸¸

♡ Boa semana!
Beijinhos.
Brasil
✿•.¸¸✿⊱╮

Lufantasygioie ha detto...

si crede a quel che si vuole credere....a quel che fa piacere credere o a quel che ci interessa poco....
Se qualcuno dicesse"pinco pallino è resuscitato....ci credereste?"
e se dicessero,invece"quel supermecato ha degli sconti molto forti"

Due esempi banali su cosa vogliamo credere...
Buona domenica

❀~ Simo ♥~ ha detto...

A volte chi dice bugie è più apprezzato delle persone sincere ma alla fine la lealtà premia sempre. Buon pomeriggio!

Cri ha detto...

Vero, tutto vero.

Sciarada ha detto...

Ciao Cristina, i tuoi colleghi ti hanno creduta perché ti hanno reputata degna di fiducia, ti hanno ascoltata senza diffidenze ed è per me bellissimo, la tua sperimentazione può essere divertente fin quando come dici tu si ferma al gioco, sperando che non ti arrechi danno con i più suscettibili, meno divertente sono le bugie di coloro che incidono sulla vita delle persone devastandole, creando un'aridità di fiducia, che non potrà mai più essere ripristinata, trincerata per sempre dietro porte chiuse al prossimo.
Buona domenica a te ad Ambra e a tutti i volontari Seneca!

Pupottina ha detto...

bel post!!! è proprio vero che è difficile riconoscere chi mente alcune volte, mentre altre no....
ci vuole anche un po' di fortuna e un po' di intuito, oltre che la memoria e il sesto senso ;-)

Adriano Maini ha detto...

Immagino fossero prove, per così dire, di carattere psicologico, al termine delle quali si sia anche riso in buona compagnia. Perché il mondo é sin troppo colmo di pesanti, se non atroci, menzogne.

Carmine Volpe ha detto...

sei sicura che ti abbiano creduta? é vero che si crede a tutto ma sopratutto a quello che non interessa . io penso che bisogna dire bugie quando ne vale la pena importante e non mentire a noi stessi

Carlo ha detto...

Com'è possibile che gli individui possano credere a tutto quello che gli si dice? In parte, come dice Sciarada perché, probabilmente, chi ti ascoltava ti reputava degna di fiducia mentre la tua bonaria (spero, quindi credo anche io) "malizia" ha visto, negli stessi, "lo sforzo" a crederti. La fiducia, di per se, significa nessuna barriera di diffidenza. In parte perché, io credo, c'è sempre più bisogno di "credere" in qualcuno (o qualcosa), visto che il mondo è una distesa, arida, di fregature. Penso, ad esempio, all'imbonitore per eccellenza! Quello che, circa 20 anni fa, riuscì a fregare la "maggioranza" degli italiani. E poi, chissà, forse è nella nostra natura essere un po.... creduloni!!

Una buona giornata a te e ad Ambra

Giancarlo ha detto...

Le bugie...da noi c'è un detto ( le bugie hanno le gambe corte e prima o poi s'inciampa) meglio non dirle per evitare figuracce!felice inizio settimana...ciao!

Giancarlo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Sandra M. ha detto...

Un po' raccapricciante lo è. Ma alla lunga la verità, poi , esce. Un po' troppo "alla lunga" a volte....

RobbyRoby ha detto...

ciao
buona settimana.
Le bugie, meglio non dirle perchè poi se si dimentica quello che si è detto si fanno delle brutte figure.

Vania ha detto...

E' proprio vero quello che scrivi Cristina.
Buon inizio settimana a te e alla cara Ambra.

Pino Palumbo ha detto...

E' tutto vero Cristina...e non dico ...una bugia! Ciao.

Erika ha detto...

Ti diverti a dire bugie??? Alla fine, quando dirai la verità, potresti non essere creduta....
Buona estate!!!

zefirina ha detto...

io non posso dire bugie....la mia memoria fa cilecca e quindi tendo a contraddirmi, a volte ometto di dire tutta la v erità nient'altro che la verità
;-)

lucietta1 ha detto...

Molti mentono anche su internet ci sono blog completamente falsi di gente inesistente!

Antonella ha detto...

Ciao Ambra grazie di partecipare alla nostra iniziativa, A presto. Antonella

riri ha detto...

Ci sono molti creduloni, ma anche persone che raccontano tante frottole per "apparire", cmq. uno scherzo gustoso il tuo :-)
Un caro saluto a tutti voi.

Tiziana Bergantin ha detto...

"povero piccolo popolo italiano" Io se non ho motivi concreti tendo a credere a quanto mi si dice. La sfiducia nasce solo quando il tentativo della non verità, fallisce e il malcapitato viene scoperto ma fino a quel momento perché non dovrei credergli?

Cristina I. ha detto...

Grazie amici ci tengo a precisare che si e' trattato solo di un esperimento psicologico che pero' ho trovato divertente. Io sono un' amante della trasparenza e sincerita', solo a volte forse amo fare "il piccolo Freud"...spero pertanto di non avervi trasmesso un' immagine negativa di me. E' sempre un piacere "leggervi" tutti. A presto. Cristina

Iscriviti a Feed Burner