1

Benvenuti nel blog collettivo creato da Ambra

sabato 26 settembre 2015

Vite curiose: James Bradley

Post di Ambra
James Bradley (1693-1762)
Riprende la serie delle biografie degli astronomi, descritte da un altro attuale celebre astronomo, Amedeo Balbi, col suo stile leggero e scherzoso.

Non si conoscono aneddoti curiosi su James Bradley, e anche le notizie sulla sua vita sono limitate all'essenziale - si sa che apprese l'astronomia da uno zio reverendo, e che lui stesso divenne prete e poi professore a Oxford - per cui uno se lo immagina serio e anche piuttosto pignolo, intento a guardare dentro un oculare e a misurare meticolosamente la posizione delle stelle.

mercoledì 16 settembre 2015

Arte e Gusto al 12° Incontro Bogger
Cremona, 25 ottobre 2015

Suonatore di liuto, Caravaggio, 1596                        Cremona,  Festa  del  Torrone

L'incontro avrà inizio già il sabato 24 ottobre per chi ne avesse la voglia, il tempo e la possibilità. Se saremo numerosi anche il sabato, studieremo un percorso ad hoc.
Ma ora concentriamoci sul programma di domenica 25 ottobre.
Si è pensato ad un itinerario che presenta un duplice traguardo d'arrivo.
Da un lato il piacere di ammirare le architetture di una tra le più belle piazze medioevali, in pieno centro storico, piazza del Comune, con il Torrazzo, la più alta torre campanaria in muratura italiana, la Cattedrale, interessante esempio di architettura romanico-lombarda, il Battistero, il duecentesco Palazzo Comunale e la Loggia dei Militi.

mercoledì 9 settembre 2015

Pensiero laterale

Post di Mirco
Ho un amico che è un curioso aggregato di dolcezza, simpatia, mutevolezza di umore e tutte quelle strane cose che ci rendono caro un amico ... ma la cosa che sempre mi colpisce di lui è il cosiddetto pensiero laterale (*) che per lui è tanto spontaneo e naturale come per me lo è quello logico e analitico.
Gli esempi sono tanti...uno di quelli più stupefacenti è quello che vi vado ora a raccontare.
Una volta eravamo d'Inverno insieme - una compagnia di 7-8 amici - in una baita in Montagna e sorseggiando grappa vicini al camino scoppiettante abbiamo giocato al gioco visto in "Bastardi senza Gloria" di Q. Tarantino: ognuno di noi scriveva per il compagno il nome di un personaggio famoso, reale oppure no, vivente oppure no, e così via.

giovedì 3 settembre 2015

Tu che m'eri amico un tempo


immagine dal web
Trovo stupendi questi versi di Archiloco di Paro, anche se pervasi di odio e violenza.
L'ispirazione poetica è in grado di forgiare qualsiasi sentimento: sia che si tratti di una passione amorosa o - come in questo caso - di un'invettiva, aspra e pungente, rivolta ad un amico che lo ha tradito. 
Ma poi al termine il tono perde la sua asprezza e si addolcisce in un sentimento di dolore, rammarico e malinconia con quel finale stupendo: [...] tu che m'eri amico un tempo e poi mi camminasti sopra il cuore.

Iscriviti a Feed Burner